Petsblog Animali domestici Cani Come portare il cane o il gatto in Brasile

Come portare il cane o il gatto in Brasile

Come portare il cane o il gatto in Brasile

Cane e gatto in Brasile

Dovete portare il cane in Brasile? Viaggerete lì con il vostro gatto? Ecco cosa dovete fare, fra microchip, vaccinazione antirabbica e documentazione ufficiale.

Come portare il cane o il gatto in Brasile? Sempre più persone decidono di viaggiare con il proprio cane o gatto anche in paesi extra-comunitari. A volte lo si fa come vacanza, a volte si tratta di trasferimenti definitivi veri e propri. Qualsiasi sia il motivo, ci sono paesi al di fuori dell’Unione Europea che richiedono qualche certificazione in più per poter viaggiare. Questo fermo restando che vi siate informati per tempo su quale compagnia aerea permetta a cani e gatti di viaggiare, se possano viaggiare con voi in cabina o se debbano andare in stiva, quali siano le tariffe aggiuntive per viaggiare con i cani e gatti in aereo e quali siano le misure richieste per i trasportini dalla compagnia aerea.

Come portare il cane in Brasile: microchip e passaporto

Per poter portare il cane (o il gatto) in Brasile è necessario avere microchip e passaporto. Se si presume che il vostro cane abbia già il microchip (in Italia è obbligatoria l’applicazione del microchip), non è così per il gatto dove l’applicazione è su base volontaria. Quindi come prima cosa provvedete a far inserire il microchip al vostro veterinario.

Questo anche perché per quanto riguarda la vaccinazione antirabbica, il cane o il gatto devono essere prima identificati e poi vaccinati. Inoltre anche per il rilascio del passaporto del cane o gatto, serve per forza il microchip.

Vi ricordo che il passaporto vi viene rilasciato dai Servizi Veterinari dell’Asl dopo applicazione del microchip e vaccinazione antirabbica, previo pagamento di una quota variabile da Asl ad Asl. Inoltre bisogna far vidimare il passaporto e la vaccinazione antirabbica dal veterinario ufficiale dell’Asl.

Vaccinazione antirabbica e titolazione anticorpale

Obbligatoria la vaccinazione antirabbica in corso di validità, fatta almeno un mese prima della partenza. Ricordo anche che in Italia si possono vaccinare solo cani e gatti di età superiore ai 3 mesi di vita.

Per quanto riguarda la titolazione anticorpale, anche il sito del Ministero della Salute non parla specificatamente del Brasile. Tuttavia mi è capitato un cane che ha dovuto viaggiare verso il Brasile e che, per sicurezza, ha fatto anche la titolazione (spedita all’Istituto Zooprofilattico delle Venezie). Il che si è rivelato un bene perché in effetti gli è stata richiesta una volta arrivato in Brasile (e pare che una volta arrivato, gli sia stata anche rifatta dai veterinari brasiliani la vaccinazione antirabbica, nonostante fosse perfettamente valida quella italiana).

Eventualmente vi conviene contattare il consolato del Brasile per chiedere lumi in merito a nuove procedure.

Nuovo certificato per i cani e gatti in Brasile

Per poter portare il cane o il gatto in Brasile, però, è necessario che il veterinario ufficiale (quindi quello dei Servizi Veterinari dell’Asl) compili l’apposito modulo in due lingue che trovate presso questo link.

Non è poi sbagliato tutelarsi ulteriormente con un certificato di buona salute redatto sia in italiano che in inglese da allegare alla documentazione, è sempre meglio avere un certificato in più che uno in meno.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social