Gerbillo: alimentazione e dieta corretta

Gerbillo: alimentazione e dieta corretta

Cosa dar da mangiare al gerbillo? E cosa non deve mangiare? Ecco qualche consiglio su alimentazione e dieta.

gerbillo

Cosa dar da mangiare al gerbillo? E cosa non deve mangiare? Ecco qualche consiglio su alimentazione e dieta.

Il gerbillo è un simpatico roditore che proviene dalla Mongolia. Molti lo scambiano per un criceto (aspetto, colore e dimensioni sono molto similari), ma rispetto ai criceti tendono ad essere più dolci e socievoli. Quando si prende un animale esotico, è sempre bene informarsi prima di farlo entrare in casa su quale sia la sua corretta alimentazione. Ancor di più che con cani e gatti, sbagliare la dieta di un animale esotico può avere conseguenze gravi, anche fatali a volte. Andiamo dunque a vedere quale deve essere l’alimentazione del gerbillo, quali cibi inserire nella dieta e quali alimenti non deve mangiare.

Gerbillo: alimentazione e dieta

Il gerbillo è un roditore onnivoro. Non è un erbivoro stretto come il coniglio o la cavia, ma ha bisogno di un’alimentazione un po’ più variegata. Ecco cosa non deve mancare nell’alimentazione del gerbillo:

  • fieno: deve essercene sempre in abbondanza. Aiuta la corretta digestione e permette ai denti del gerbillo di consumarsi, visto che sono a crescita continua
  • mix di semi: in commercio si trovano mix di semi per roditori, anche se è difficile trovare quelli per gerbilli. Il mix deve essere il più vario possibile. Attenzione ai mix troppo ricchi di semi di girasole: hanno molti grassi e poche vitamine. Se presenti, il gerbillo tenderà a mangiare solo quelli andando in carenza, per cui toglieteli dal mix (o scegliete mix in cui non ce ne siano in quantità eccessiva)
  • frutta e verdura: devono far parte della dieta del gerbillo, ma senza eccedere come dose. Somministrate in maniera eccessiva, possono provocare diarrea. Bisogna darne poche per volta e bisogna sempre toglierle quando appassiscono, in modo da evitare che i gerbilli le mangino quando sono marce. Potete tranquillamente dare insalate (preferite i radicchi), erba medica, carote, zucchine, spinaci, finocchi, asparagi, zucca, mela e pera. Mi raccomando: non eccedete con le dosi e se notate feci molli, prediligete il fieno
  • insetti: essendo animali onnivori, i criceti hanno bisogno di una fonte proteica di origine animale. Non vanno dati sempre, ma ogni tanto sarebbe bene fornire delle camole della farina o del miele

Ci sono poi alimenti che vanno date con estrema moderazione:

  • pane, riso soffiato e cereali
  • uovo soda
  • noccioline (piacciono, ma sono troppo ricche di grassi)
  • formaggi (occhio alla diarrea) o yogurt magro

Una particolarità del gerbillo è che pratica la coprofagia, come il coniglio. Grazie ad essa il gerbillo recupera dai ciecotrofi vitamine B e K.

Gerbillo: cibi vietati da non dare

Ci sono poi degli alimenti vietati per il gerbillo, da non dare mai:

  • cioccolato
  • dolci, caramelle, bastoncini con miele e semini
  • parti verdi di patate e pomodori
  • avanzi della tavola
  • frutta esotica

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog