Insufficienza epatica nel gatto: cause, sintomi e terapia

Insufficienza epatica nel gatto: cause, sintomi e terapia

Gatto giallo e itterico? Attenzione, potrebbe avere un'insufficienza epatica acuta. Ma quali sintomi manifesta? E come si cura?

Con il termine di insufficienza epatica si intende una mancata funzionalità del fegato. L’insufficienza epatica può essere acuta o cronica. Quando si parla di insufficienza epatica nel gatto, spesso ci si riferisce alla forma acuta. In essa si ha l’improvvisa perdita di almeno il 70% della funzionalità epatica (spesso anche di più). Spesso questa perdita di funzionalità è legata anche a una necrosi epatica improvvisa, con perdita di epatociti. Tuttavia, a differenza del rene, il fegato è, tecnicamente, un organo capace di rigenerare.

Quindi se si riesce a scoprire la causa scatenante e se tale causa è curabile, allora è possibile che il fegato ritorni a funzionare normalmente. Però spesso questo non accade e i sintomi da insufficienza epatica acuta sono tali da condurre a morte l’animale. Vediamo dunque cause, sintomi, diagnosi e terapia dell’insufficienza epatica nel gatto.

Ittero nel gatto: sintomi

Insufficienza epatica gatto: cause e sintomi

L’insufficienza epatica acuta nel gatto può essere causata da diversi problemi:

  • agenti infettivi (fra cui anche la FIP)
  • infiammazioni anche croniche (colangiti, colangioepatiti, pancreatite, triadite del gatto)
  • tossine
  • tossici e veleni
  • ipoperfusione epatica
  • ipossia
  • farmaci
  • sostanze chimiche
  • colpo di calore
  • shunt portosistemico
  • malattie metaboliche

Il problema è che tali malattie causano una necrosi massiva del fegato, con perdita di enzimi epatici e aumento delle transaminasi. Ma attenzione: transaminasi alte non vogliono dire per forza insufficienza epatica, sono due cose diverse. Le transaminasi indicano il danno epatico, mentre la funzionalità epatica richiede altri esami per essere testata.

L’insufficienza epatica comporta diverse gravi conseguenze:

  • diminuzione della sintesi di albumina con ipoalbuminemia e ascite
  • riduzione della sintesi di fattori coagulanti con aumentato rischio di emorragie
  • diminuzione della sintesi proteica
  • riduzione dell’assorbimento di glucosio
  • incapacità di procedere nel suo compito di disintossicare l’organismo

L’insufficienza epatica nel gatto può causare diversi sintomi:

  • vomito
  • diarrea
  • presenza di sangue nelle feci
  • encefalopatia epatica con convulsioni
  • ittero
  • anoressia
  • ascite
  • versamenti da ipoalbuminemia
  • emorragie
  • insufficienza renale secondaria da mancata metabolizzazione/eliminazione di tossine o metaboliti

A livello di esami del sangue e delle urine, tipicamente si avrà:

  • anemia
  • alterazioni delle piastrine
  • aumento delle transaminasi
  • aumento della bilirubina
  • ipoglicemia
  • bassi valori di urea
  • presenza di cristalli di urato di ammonio nelle urine
  • glicosuria da danno tubulare
  • iperammoniemia

Insufficienza epatica nel gatto: diagnosi e terapia

La diagnosi di insufficienza epatica nel gatto richiede diversi esami. Tuttavia non basta vedere l’ittero o l’ascite, bisogna capire da cosa siano stati provocati. Quindi si tratta di effettuare esami del sangue completi, non solo con emocromo e biochimico, ma anche elettroliti, elettroforesi, test della coagulazione, acidi biliari pre e post prandiali (o acidi biliari urinari) e ammoniemia. A questi vanno abbinati anche Rx e ecografia addominale.

La terapia di un’insufficienza epatica nel gatto, specie se acuta, deve essere immediata e aggressiva. Il gatto va ospedalizzato perché deve effettuare flebo e deve correggere eventuali squilibri elettrolitici. Inoltre verranno anche trattati i sintomi man mano che si presentano. Andranno anche integrate vitamine E e K. Tuttavia normalmente vengono utilizzati anche epatoprotettori, antiossidanti, farmaci per disintossicare il fegato. In aggiunta si utilizzano antiemetici, antidiarroici, antibiotici se la causa è batterica o se si ha sovrinfezione batterica secondaria. Da non dimenticare, poi, i farmaci per contrastare l’encefalopatia epatica. Tuttavia la prognosi rimane sempre riservata.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog