Monociti bassi nel cane e gatto: cause e cosa fare

Monociti bassi nel cane e gatto: cause e cosa fare

Ecco le principali cause di monocitopenia nel cane e gatto e cosa fare quando i monociti sono bassi.

Monociti bassi, cane e gatto

Ecco le principali cause di monocitopenia nel cane e gatto e cosa fare quando i monociti sono bassi.

Dopo aver parlato di monocitosi, oggi andiamo a vedere la monocitopenia, cioè i monociti bassi nel cane e gatto. I monociti sono globuli bianchi mononucleati (come i linfociti) e hanno dimensioni similari ai neutrofili (anche se negli strisci ematici appaiono più grandi perché tendono ad appiattirsi maggiormente sul vetrino). Il monocita è la forma circolante dei macrofagi e tende a rimanere in circolo per poche ore prima di tornare nei tessuti. Nei tessuti, l’emivita dei macrofagi è molto lunga, anche di anni. Quelli che arrivano richiamati da processi infiammatori, invece, hanno una vita molto più breve.

I monociti sono la prima linea di difesa dell’organismo, insieme a neutrofili e cellule natural killer. Fra le loro funzioni, c’è quella di presentare gli antigeni ai linfociti, in modo da scatenare la risposta immunitaria. Inoltre fagocitano cellule morte, cellule infettate, materiale estraneo o patogeni.

ì

Monociti bassi nel cane e gatto: cause

A differenza di quanto accade nella monocitosi, la monocitopenia riconosce poche cause. Inoltre, come singolo valore alterato, non è molto significativo.

I monociti bassi nel cane e gatto possono essere ritrovati in corso di:

  • sepsi
  • chemioterapia
  • pancitopenia generalizzata da alterazioni midollari (mieloftisi, mielodisplasia, neoplasie)

Monociti bassi nel cane e gatto: cosa fare?

Come dicevamo, la condizione di monocitopenia non è molto indicativa presa singolarmente. E’ una condizione abbastanza rara. Se compare monocitopenia da una delle cause sopra descritte, probabilmente ci saranno anche altri valori alterati, decisamente più significativi. Non esiste una terapia specifica per i monociti bassi, bisogna capire quale sia la causa e curare quella: automaticamente anche i livelli ematici di monociti dovrebbero tornare normali.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog