Petsblog Comportamento Gatti Perché il mio gatto non dorme nella cuccia?

Perché il mio gatto non dorme nella cuccia?

Perché il mio gatto non dorme nella cuccia?

Perché il gatto non dorme nella cuccia? Se anche voi vi siete posti più volte questa domanda, dovete sapere che non c’è nulla di cui preoccuparsi. Chi vive con un gatto da molto tempo sa bene che i nostri amici felini ragionano in un modo tutto loro. In fin dei conti, è anche per questo che li amiamo, giusto? Per poter comprendere le motivazioni di un gatto, beh, bisogna pensare come un gatto.

Immaginate di essere un felino che adora nascondersi e concedere la sua presenza solo se e quando lo desidera. Immaginate di essere iper vigili ai rumori e agli odori, di non voler essere disturbati da altri animali in giro per casa, neanche dai padroncini a dirla tutta.

Ecco, cosa ne pensate adesso della cuccia che avete preso con tanto amore per il vostro micio? In quest’ottica è senza dubbio più semplice riuscire a capire perché il gatto non dorme nella cuccia. Vediamo dunque una per una tutte le possibili motivazioni.

La cuccia non è abbastanza comoda

Non prendetela a male, capita a tutti noi padroncini di gatti di commettere qualche errore. Magari abbiamo trovato una cuccia a forma di squalo davvero adorabile. L’abbiamo portata subito a casa per regalarla al nostro micio, ma lui la snobba totalmente. Il fatto che sia adorabile non implica che sia automaticamente anche comoda. Per il micio potrebbe non esserlo affatto. Per comprendere cosa il vostro gatto considera “comodo”, vi basterà osservarlo. Dove preferisce dormire? In un luogo alto o nel lettone soffice? Dorme rannicchiato o a “pancia in aria”? Su un cuscino o sul tavolo? Cercate di comprendere le sue preferenze, e la prossima volta sceglierete di certo una cuccia più adatta!

Il gatto non dorme nella cuccia? Forse è questione di odori

Se il gatto non dorme nella cuccia il problema potrebbero essere gli odori. Magari sul lettone il micio avverte il vostro profumo, quindi ama accoccolarsi e dormire come se fosse fra le vostre braccia. Una cuccia difficilmente emanerà questo odore. Nella migliore delle ipotesi profumerà come il sapone che avete usato per lavarla. Per ovviare al problema, usate dei saponi naturali e dall’odore neutro. Potreste anche mettere una vostra vecchia maglietta come base della cuccia, in modo che avvertendo il vostro odore il micio abbia più voglia di coricarvisi di sopra.

E se fosse una questione di location?

Come abbiamo detto all’inizio dell’articolo, per capire un gatto bisogna pensare come un gatto. I nostri mici amano stare un po’ nascosti, quindi se la cuccia si trova in un punto della casa troppo “frequentato” e rumoroso, difficilmente piacerà al vostro gattino. E se il gatto ama poltrire al sole? Tutti i gatti amano farlo. In tal caso, se ne avete la possibilità sistemate la cuccia del micio in un punto in cui possa arrivare il sole. Posizionatela nel luogo in cui il piccolo ama sonnecchiare. Di certo il gattino apprezzerà la vostra premura.

Non vi rimane che mettere in pratica i consigli che vi abbiamo dato, e trovare la posizione più adatta per la nuova cuccia del vostro micio!

Foto di Daga_Roszkowska da Pixabay

Seguici anche sui canali social