Tartarughe mangiate dai topi: cosa fare e come proteggerle

Tartarughe mangiate dai topi: cosa fare e come proteggerle

Capita spesso, sia prima che dopo il letargo, di avere tartarughe ferite e mangiate da topi e ratti. Ecco cosa fare e come proteggerle.

Per le tartarughe che vivono all’aperto uno dei pericoli maggiori è rappresentato da topi e ratti. Questi roditori sono capaci di mordere e mangiare a pezzi la tartaruga, rosicchiando arti e corazza, causando lesioni gravi e, talvolta, mortali. Spesso tutto ciò accade durante il letargo, quando la tartaruga è indifesa e addormentata. Tuttavia a volte capita di vedere anche tartarughe in altri periodi dell’anno divorate vive dai topi. Questo accade soprattutto di notte.

Ipotermia nelle tartarughe di terra e d’acqua: un nemico da combattere

Tartaruga mangiata e ferita dai topi: cosa fare?

Se avete notato che la vostra tartaruga è stata ferita e morsicata dai topi, portatela subito dal veterinario. Bisognerà valutare il grado di profondità delle lesioni: spesso arrivano all’osso. A seconda della gravità delle lesioni il vostro veterinario vi dirà cosa fare. Potrebbe essere necessario effettuare un courettage chirurgico della parte o ripulirla da eventuali detriti.

L’importante è che il tessuto di granulazione sia vivo, che sanguini quando viene medicato: se non dovesse sanguinare mai neanche quando pulito, potrebbe essere che tutto il tessuto intorno è morto e non più vascolarizzato.

In base alle lesioni il veterinario determinerà quale antibiotico fare per evitare sovrinfezioni batteriche secondarie e quali medicazioni locali fare, solitamente a base di betadine, clorexidina, acqua ossigenata e pomate o spray cicatrizzanti, come quelli a base di sali d’argento. A seconda del tipo e della localizzazione della ferita, poi, si deciderà se si possa bendare o meno. Importante è tenere la tartaruga in un posto pulito e all’asciutto. Ciascun veterinario ha il suo protocollo da seguire: valutate con lui come procedere in base a come cicatrizza la tartaruga.

In casi molto gravi, purtroppo, potrebbe essere necessario dover ricorrere all’eutanasia per evitare sofferenze all’animale. E’ anche importante riuscire ad alimentare la tartaruga, a volte per il dolore e lo shock non vogliono più alimentarsi.

Come proteggere le tartarughe mangiate dai ratti?

Il guaio è riuscire a proteggere le tartarughe mangiate dai topi e dai ratti. Se è successo una volta, probabilmente accadrà di nuovo. Una soluzione può essere quella di tenere le tartarughe al sicuro nel terrario in casa. Nel frattempo si cerca di far andare via i topi dal giardino. Non conviene usare veleni perché finireste con l’avvelenare tutti gli altri animali presenti in zona. Piuttosto usate le trappole con le colle, in modo da catturare i topi e poi liberarli in campagna altrove.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog