Petsblog Cani Cosa fare se la cagna si è accoppiata?

Cosa fare se la cagna si è accoppiata?

Cosa fare se la cagna si è accoppiata?

Accoppiamento indesiderato della cagna? Ecco qualche consiglio su cosa fare e come comportarsi.

Cagna che si accoppia – I proprietari di cani femmina lo sanno bene: se non le fanno sterilizzare i periodi del calore diventeranno un momento stressante. Bisogna controllare continuamente che la cagna non tenti di scappare via per andare ad accoppiarsi; bisogna stare attenti in passeggiata alle orde di maschietti che corteggiano la cagnolina; se si ha anche il maschio in casa bisogna fare attenzione a tenerli separati (cosa per niente facile). Tuttavia nonostante tutte le accortezze e le attenzioni può capitare che la cagna si accoppi accidentalmente, anche se magari noi non eravamo intenzionati a farla coprire. Cosa fare dunque in questi casi?

Comportamento del cane femmina dopo l’accoppiamento

Arrivano molte email di proprietari preoccupati con cagne che si sono accidentalmente accoppiate (perché sono scappate durante il calore, perché sono state incautamente portate al parco senza guinzaglio, perché sono state lasciate insieme al maschio, perché un cane maschio è accidentalmente entrato nel giardino dove la cagnolina era stata ingenuamente lasciata da sola… le cause sono tante) e che non sanno cosa fare.

Pillola del giorno dopo per cani

In realtà la cosa da fare è molto semplice: contattate subito il vostro veterinario. Se si è certi dell’accoppiamento e non si vuole o non si può procedere nella gravidanza (i motivi sono tanti: cagna anziana o con problemi di salute per cui non potrebbe sopportare un parto; cane di razza che si è accoppiato con un meticcio; impossibilità economica o gestionale dei proprietari nel portare avanti una gravidanza e gestire i cuccioli; eccessiva disparità di taglia fra madre e padre…) ci sono dei farmaci che si possono usare per indurre un aborto. Tali farmaci è meglio farli il prima possibile: nelle prime fasi della gravidanza, infatti, si ha in questo modo un riassorbimento fetale. Ma se si attende a fine gravidanza, oltre ad essere una cosa piuttosto brutta dal punto di vista etico da fare, si avrebbe un aborto vero e proprio con espulsione dei feti. Mi raccomando: il veterinario dopo aver fatto tali farmaci probabilmente vi indicherà una data nella quale fare un’ecografia di controllo per vedere che il farmaco abbia fato realmente effetto (in una minima percentuale di casi potrebbe non funzionare) e che non si sia nel frattempo instaurata un’infezione dell’utero.

Si può sterilizzare una cagna incinta?

L’altra alternativa è quella di sterilizzarla subito. Anche qui mi raccomando: subito, non chiedete di sterilizzarla due giorni prima del parto quando i piccoli stanno per nascere e sono formati, la maggior parte dei veterinari si rifiuterà di farlo.

Se invece si decide di tenere i cuccioli, allora, al 20-25esimo giorno si fa un’ecografia di controllo per valutare se effettivamente la cagna sia incinta. E’ fondamentale tenere la cagna monitorata e sotto controllo sia nelle prime fasi della gravidanza che nelle ultime. Non si contano le volte che arrivano in ambulatorio cagne incinta che nessuno ha mai portato a controllare, che non si sa quanti cuccioli hanno, che non si sa se questi cuccioli sono vitali, se la gravidanza è proceduta normalmente, non si sa quando si sono accoppiate… non dico di fare tutti i controlli come in umana, ma un minimo sì.

Cagna che si accoppia: cosa non fare

Ecco cosa non fare se la cagna si accoppia:

  • se siete certi di avere una cagna che si è accoppiata e se non volete i cuccioli non aspettate di andare dal veterinario due giorni prima del parto e pretendere una sterilizzazione o un aborto, dovevate pensarci prima, non quando ormai la cagna è a termine. Non vi stupite se la maggior parte dei veterinari si rifiuterà di procedere in tal senso
  • se siete certi dell’accoppiamento e volete tenere i cuccioli, non aspettate di fare un’ecografia di controllo due giorni prima del parto: se ci sono problemi è meglio vederli e risolverli prima e non piangere poi dopo quando si deve fare un cesareo d’urgenza, con rischio per i piccoli e per la madre

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | reneeviehmann

Seguici anche sui canali social