Cane e gatto in coma: quali sono le principali cause?

Cane e gatto in coma: quali sono le principali cause?

Se un cane o un gatto arriva in visita in coma o in stato stuporoso, quali possono essere le principali cause?

Talvolta capita che arrivi in visita dal veterinario un cane o un gatto in coma o stato stuporoso. Spesso gli stessi proprietari non sanno assolutamente cosa gli sia capitato: magari sono andati al lavoro al mattino col cane/gatto che stava bene e quando sono tornati se lo sono ritrovato in queste condizioni. Altre volte, invece, c’è un’anamnesi più chiara: il cane è stato investito e presenta un trauma cranico. Lo studio dal titolo  “Retrospective characterization of coma and stupor in dogs and cats presenting to a multicentre out-of-hours service (2012-2015): 386 animals”, Parratt CA et al. J Vet Emerg Crit Care (San Antonio). 2018 Oct 16 ha cercato di raggruppare tutte le principali cause di cane in coma o stato stuporoso.

Trauma cranico in cani e gatti: le prime terapie

Cane in come o stato stuporoso: cause

Lo studio è stato retrospettivo: si sono analizzate le cartelle cliniche di 386 animali, sia cani che gatti, presentati a visita in stato di coma o stuporoso. Si è così visto che il coma e lo stato stuporoso erano più frequenti nei gatti che nei cani. Inoltre fra i cani, molti soggetti comatosi erano di razza Chihuahua. Le cause più comuni di coma o stato stuporoso nei cani erano:

  • trauma cranico: 16%
  • ipoglicemia: 10,7 %
  • shock: 10,1%
  • convulsioni: 9,5%
  • insufficienza renale o epatica: 5,3%

Le cause di coma o stupor nei gatti erano:

  • trauma cranico: 21,6%
  • insufficienza renale o epatica: 13,3%
  • intossicazioni: 10,1%
  • ipoglicemia: 6%
  • shock: 5%

Questo, ovviamente, escluse le cause non note o accertate. Lo studio ha anche mostrato che il 46% dei cani e il 41,2% dei gatti trattato per tempo riuscivano a sopravvivere. Inoltre si avevano maggiori garanzie di sopravvivenza in caso di coma da ipoglicemia. Questo fermo restando che fossero portati per tempo dal veterinario: se lasciate il cane o il gatto in coma per tre giorni prima di decidervi a portarlo dal veterinario, anche con le opportune terapie, difficilmente l’animale se la caverà, ormai la situazione è peggiorata troppo.

Cane e gatto comatoso: cosa fare?

Se avete un cane o gatto in stato comatoso, non aspettate tre giorni per vedere come va, perché è probabile che vi muoia. Se avete in casa un famigliare che entra in coma, cosa fate? Aspettate tre giorni prima di chiamare la Guardia Medica o portarlo al Pronto Soccorso? No, vero? Quindi perché con gli animali aspettate e temporeggiate? Considerate anche che, tranne nel caso dell’ipoglicemia, la prognosi di un coma è spesso infausta.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Via | Onlinelibrary.Wilye

Foto | Pixabay

 

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog