Petsblog Proprietari animali 5 cose che ogni veterinario vorrebbe che tu sapessi

5 cose che ogni veterinario vorrebbe che tu sapessi

5 cose che ogni veterinario vorrebbe che tu sapessi

Ogni padroncino amorevole vuole essere certo di riuscire a fare il massimo per il benessere del proprio pet. Spesso cerchiamo proprio nel veterinario una rassicurazione, qualche parola che possa aiutarci a capire se “stiamo andando bene”. Ebbene, oggi vogliamo segnalarvi una serie di “verità” che ogni buon veterinario vorrebbe che noi conoscessimo.

Dal rapporto che dovremmo avere con i nostri pets all’importanza di saper riconoscere il linguaggio del corpo di cani, gatti, pappagalli e tartarughe, vediamo quali sono le cose che ogni padroncino attento e amorevole dovrebbe sapere!

5 cose che il veterinario vorrebbe che tu sapessi

  1. I nostri animali domestici ci considerano “il loro mondo”: pensateci, noi abbiamo gli amici, la famiglia, la palestra, il lavoro, le uscite e le commissioni quotidiane. I nostri animali domestici hanno noi come vero e solo punto di riferimento. Non dimenticatelo, e cercate di dare le giuste attenzioni quotidiane al vostro pet!
  2. Non sottovalutate le visite di controllo: esattamente come noi umani, anche gli animali hanno bisogno di “andare dal dottore” di tanto in tanto. Stabilite un calendario di visite di controllo per il vostro pet, sia che si tratti di un cane, di una tartaruga, di un gatto o di un pappagallo.
  3. Gli animali non sono giocattoli: se in casa avete dei bambini, non permettetegli di “tormentare” il vostro animale domestico, poiché potrebbe innervosirsi o farsi male. Rispettate gli spazi, la personalità e le necessità dei vostri animali domestici.
  4. Taglio di coda e orecchie al cane? No, grazie. I cani non hanno nessunissimo problema con la loro coda, e tanto meno con le loro orecchie, quindi lasciatele lì dove sono. Tra l’altro, tagliare coda e orecchie al cane per fini estetici è anche un reato!
  5. Non lasciate solo il cane durante l’eutanasia: l’ultimo punto della lista è molto triste, ma anche estremamente importante. Durante il procedimento di eutanasia il cucciolo ha bisogno più che mai della nostra presenza. Da solo sarebbe ancor più spaventato e agitato, si guarderebbe freneticamente intorno per cercare i suoi padroncini. È un momento doloroso e difficile da affrontare, ma in quel particolare frangente è importante restare accanto al proprio animale domestico fino alla fine.

Foto di Pexels da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog

Ti potrebbe interessare