Petsblog Adozione animali I primi giorni di un cane adottato: tutto quello che bisogna aspettarsi

I primi giorni di un cane adottato: tutto quello che bisogna aspettarsi

I primi giorni di un cane adottato: tutto quello che bisogna aspettarsi

I primi giorni di un cane adottato sono sempre un po’ turbolenti e ricchi di novità. Adottare un cane, specialmente se dal canile o da un rifugio, o magari adottare un cane randagio, è un gesto di grande amore e umanità. Quando apriamo le porte di casa a un cucciolo, è però importante essere preparati a tutto. Per farvi un esempio, quando ho adottato la mia cagnolina, la prima notte che ha trascorso dentro casa ha divorato una decina di libri.

Nessun problema, si tratta solo di oggetti. La piccola si trovava in una casa nuova, era sicuramente molto agitata e spaventata, quindi non mi stupisce il fatto che abbia pensato bene di fare qualche piccolo pasticcio. Quando si adotta un cane bisogna avere un pizzico di pazienza e comprensione. Non è solo la vostra vita a cambiare radicalmente, ma anche (e direi soprattutto) la sua.

Ma quindi, cosa aspettarsi durante i primi giorni di un cane adottato? E come aiutare il cucciolotto ad ambientarsi al meglio?

In primo luogo, il vostro cane potrebbe fare la pipì in giro per casa. Colpa dell’emozione legata alla sua nuova situazione. Per evitare che ciò accada, cercate di non dare libero accesso a tutte le stanze durante i primi giorni, e lasciate che il cane familiarizzi con l’ambiente in modo graduale.

Portate inoltre il cane a fare la passeggiata sin dal primo giorno della sua nuova vita. Abituatevi a portarlo fuori alla stessa ora ogni giorno, in modo che si abitui alla sua nuova routine. Scegliete però delle zone del quartiere tranquille, dove potrete fare inizialmente delle passeggiate brevi, non solo per far fare del sano esercizio fisico al cane, ma anche per vedere come si comporta quando è al guinzaglio.

I primi giorni di un cane adottato: vizi si, ma senza esagerare

Soprattutto durante i primi giorni di adozione avrete voglia di viziare il cane (specialmente se ha avuto un passato travagliato). Ebbene, sarà meglio evitare di farlo. Troppe coccole, troppi snack, troppe attenzioni potrebbero aprire la strada a futuri problemi di comportamento.

Infine, potreste scoprire di dover cambiare l’alimentazione del cane, per questioni di salute, perché seguiva una dieta sbilanciata o per altre ragioni. Se avete adottato il cane da un rifugio fatevi dare un pochino del suo normale cibo, in modo da favorire la transizione alla nuova dieta in maniera graduale, senza cambiamenti improvvisi.

Quello che state per intraprendere, voi e il vostro cucciolo, è un viaggio straordinario e ricco di sorprese, amore e divertimento. Un pizzico di attenzione oggi, vi ripagherà domani, con un rapporto più solido e forte fra voi e il vostro cane!

via | Embarkvet.com
Foto di Pexels da Pixabay

Seguici anche sui canali social