Mixomatosi coniglio: vaccino

Mixomatosi coniglio: vaccino

Quanti tipi di vaccino esistono per la Mixomatosi del coniglio? Quale è meglio usare?

Mixomatosi coniglio: vaccino

Quanti tipi di vaccino esistono per la Mixomatosi del coniglio? Quale è meglio usare?

Parlando di conigli da compagnia, quale vaccino per la Mixomatosi è meglio utilizzare? In questo articolo parleremo dei diversi tipi di vaccino esistenti in commercio per proteggere i conigli dalla Mixomatosi, riferendoci ai conigli da compagnia. Questo perché la situazione si complica notevolmente quando si parla di conigli d’allevamento: in quel caso bisogna tenere conto di più fattori. Ovviamente non faremo nomi commerciali: vi ricordo che il vaccino può essere somministrato dal vostro veterinario esperto di esotici. E’ vero, lo so, ci sono proprietari di allevamenti di conigli per uso proprio che si fanno i vaccini da soli, ma in questi casi devono avere un codice allevamento rilasciato dall’ASUR: senza di quello non può essergli prescritto nessun vaccino con ricetta in triplice copia.

Mixomatosi coniglio: tipi di vaccino

Ci sono diversi tipi di vaccino per la Mixomatosi del coniglio:

  • vaccino inattivato: non provoca immunità
  • vaccino attenuato eterologo o paraspecifico: provoca immunità paraspecifica. Non provoca reazioni indesiderate e non causa immunosoppressione. Sicuro e innocuo anche nelle femmine in gravidanza, la sua durata è piuttosto limitata, con protezione che diminuisce rapidamente. Non va somministrato nei coniglietti sotto ai 3 mesi di vita (rischio di interferire con gli anticorpi materni e di avere maggiori reazioni vaccinali) o nei soggetti in incubazione. Inoltre se viene fatto a conigli malati, non blocca la malattia
  • vaccino attenuato omologo o specifico: sono ceppi di campo che vengono attenuati fino a perdere la patogenicità (esempi sono SG33, MXT e MSD). Fornisce un’immunità più duratura e veloce. Esistono anche dei vaccini omologhi bivalenti. In pratica deriva da ceppi di virus SG33 (quindi ceppi attenuati), ma da preparare sul momento con un vaccino che contiene un ceppo virale spento della MEV o Malattia Emorragica Virale

Vaccino conigli Mixomatosi omologo bivalente

A proposito del vaccino omologo bivalente nel coniglio, quello preparato con anche il ceppo virale spento della MEV, oltre che da ceppi attenuati di SG33, ha diverse caratteristiche:

  • si usa dalle 5 settimane in su
  • riduce la mortalità e i sintomi della Mixomatosi
  • riduce la mortalità da Malattia Emorragica Virale
  • l’immunità ha un tempo di formazione di 3 settimane e dura un anno
  • bisogna vaccinare solamente i conigli sani
  • se un coniglio ha fatto in precedenza un altro vaccino contro la Mixomatosi o è stato esposto a un’infezione naturale con virus della Mixomatosi, potrebbe non ottenere una risposta immunitaria adeguata alla MEV a seguito di questo vaccino
  • talvolta, entro 1-2 settimane dall’inoculazione, si può vedere la comparsa di una reazione nel punto di inoculo che scompare in 3 settimane. Raramente è stata segnalata la presenza di croste o perdita di pelo in tale punto
  • in alcuni casi, entro 3 settimane dall’inoculo possono comparire segni lievi di Mixomatosi che scompaiono da soli. Si pensa che sia dovuto o a infezioni recenti o latenti di Mixomatosi
  • non vanno vaccinate le coniglie durante i primi 15 giorni di gravidanza
  • conviene non vaccinare i maschi da riproduzione con questo vaccino

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog