Quanto costa mantenere un gatto?

Quanto costa mantenere un gatto?

Quali sono i costi di mantenimento di un gatto? Ecco quanto secondo un'analisi effettuata negli Stati Uniti.

gatto soldi

Quali sono i costi di mantenimento di un gatto? Ecco quanto secondo un’analisi effettuata negli Stati Uniti.

Quando si prende un gatto, ci si concentra sulle coccole, sulla compagnia che ci farà, ma non ci si sofferma mai a pensare a quanto possa costarci. E’ bello aiutare e salvare un gattino randagio, solo che bisognerebbe essere onesti con se stessi e farsi un esame della coscienza: ho i soldi necessari per il suo mantenimento? Perché è abbastanza inutile dare una casa a un gatto quando poi non si hanno le risorse per mantenerlo in maniera adeguata o per curarlo quando si ammalerà. Detto questo, quanto costa mantenere un gatto? Tutti pensano che non si spensa poi molto, ma se si sommano diversi fattori, ecco che il risultato finale potrebbe sorprendervi.

Un’analisi effettuata negli Stati Uniti ha cercato di capire quanto costi mantenere un gatto. Specifichiamo che essendo uno studio effettuato negli Usa, alcune voci potrebbero differire un po’ da quanto accade qui da noi.

Costo mantenimento gatto: voci da tenere in considerazione

Quando si prende un gatto, ci sono delle voci da tenere in considerazione quanto si parla del costo del suo mantenimento:

  1. Spese di adozione: a meno che non capiti di imbattersi in un gattino randagio, negli Usa bisogna considerare la quota di adozione. Molti rifugi chiedono un contributo anche di 200 dollari per un’adozione, in modo da rientrare delle spese mediche sostenute prima dell’adozione (esami e test effettuati, vaccini e sterilizzazione). Se poi si decide di prendere un gatto di razza da un allevamento, allora si possono anche superare i 1.000 dollari, con costo di vaccini e sterilizzazione esclusi
  2. Sterilizzazione: negli Usa la sterilizzazione di un gatto arriva a costare anche 300 dollari, questo a meno che non ci si rivolga a cliniche a basso costo o si sfruttino aiuti per le famiglie a basso reddito
  3. Vaccinazioni: sempre negli Usa, questo è bene ricordarlo, si spendono fino a 80 dollari per le vaccinazioni dei gattini durante il primo anno, poi si arriva a 50 dollari l’anno
  4. Esami di routine e visite di emergenza: ai costi base bisogna aggiungere le visite e gli esami di routine che negli USA arrivano a 55 dollari. Tuttavia in caso di visite e cure d’emergenza, i costi si impennano, soprattutto se sono richieste visite specialistiche o interventi chirurgici
  5. Pulizia dei denti: il costo di una detartrasi gatto negli Usa costa dai 70 ai 400 dollari. E in tale prezzo non è inclusa l’estrazione dei denti, quello è un costo a parte
  6. Cibo e lettiera: queste due voci incidono sulla maggior parte delle spese annuali del gatto. Molto dipende dalla marca del mangime, dal tipo di alimentazione che si sceglie e dal tipo di lettiera. In media si spendono 60 dollari al mese, arrivando anche a 720 l’anno. Questo se il gatto non necessita di diete particolari, in tal caso la spesa aumenta
  7. Giochi: a meno che non si comprino piattaforme tiragraffi multipiano particolari, si spenderanno cica 25 dollari all’anno per i giochi del gatto, anche meno se si usano scatole vuote e giochi fai-da-te
  8. Protezione mobili: negli Usa si arriva a spendere una decina di dollari l’anno per comprare un nastro biadesivo da attaccare ai mobili e che dà fastidio ai gatti, per evitare che i mici li distruggano. A questo bisogna aggiungere le spese dei tiragraffi: a seconda del modello si va da una decina di dollari a un centinaio o più
  9. Assicurazioni per animali domestici: pratica non molto diffusa qui in Italia, negli Usa, dove anche la sanità umana viene garantita solo se hai assicurazioni sanitarie buone (altrimenti ti tocca pagare cifre da capogiro), ecco che si arriva a spendere anche 250 dollari l’anno per un’assicurazione sanitaria di base
  10. Toelettatura: aggiungete poi eventuali visite dal toelettatore, soprattutto per gatti a pelo lungo. Qui si arriva a 50 dollari o più a seduta
  11. Accessori da viaggio: è necessario avere almeno un trasportino, lettiere e ciotole da portare in viaggio. Aggiungete poi anche pettorina e guinzaglio. In aggiunta, se si viaggia in aereo o treno, bisogna considerare i costi del biglietto
  12. Compagnia: valore incalcolabile

Via | Kiplinger

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog