Volterra: morto un altro cavallo, è il 18esimo in zona dal 2018

Volterra: morto un altro cavallo, è il 18esimo in zona dal 2018

A Volterra è stata segnalato il decesso misterioso di un altro cavallo. E' il 18esimo cavallo morto dal 2018.

L’associazione Italian Horse Protection (IHP) ha fatto sapere che a Volterra è morto un altro cavallo: è il 18esimo equino a morire in maniera misteriosa in zona a partire dal 2018. Tutto accade sempre nella tenuta di Tignano a Volterra, gestita proprio dall’associazione. L’ultimo decesso risale al 17 novembre 2020, mentre il primo è datato 31 dicembre 2018. L’associazione gestisce i cavalli che vengono sequestrati dalla magistratura a causa di maltrattamenti o i cavalli che vengono abbandonati.

Volterra: cavallo morto in circostanze misteriose

L’annuncio della morte del cavallo è stato dato dalla stessa associazione. La cavalla in questione si chiamava Ola e aveva 26 anni. E’ stata trovata morta improvvisamente nel Centro di recupero di Tignano. Il suo decesso ricalca fedelmente le 17 morti avvenute precedentemente. Nessuno ha ancora capito il motivo del decesso dei cavalli.

Le telecamere di sicurezza installate dall’associazione dopo le prime morti, mostrano questa terribile sequenza:

  • 08:49:01 – Ola è in piedi che pascola
  • 08:49:26 – Ola è a terra in posizione sternale
  • 08:49:58 – Ola è in piedi, barcolla per circa 10 secondi, sta ferma sulle quattro zampe e poi crolla
  • 08:51:27 – Ola rantola per terra
  • 08:55:00 – Ola è morta

Ovviamente l’associazione ha subito provveduto a contattare l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale (IZS) di Pisa e l’Asl Toscana Nord Ovest, mentre l’autopsia verrà eseguita presso l’Università di Veterinaria di Pisa.

Lo scorso 18 ottobre, sempre nel medesimo Centro di recupero, era morto Sugar, un cavallo maschio di 25 anni. Pure lui era deceduto all’improvviso e le cause della morte non state rese ufficialmente note (l’autopsia era stata eseguita in collaborazione dall’Università e dall’IZS, ma i referti non sono ancora arrivati). Sonny Richichi, presidente di IHP, ha spiegato che non ci sono evidenti collegamenti fra queste due mori, ma non si può escludere che non ce ne siano.

Inoltre non hanno ancora ricevuto il referto dell’autopsia del cavallo morto il 18 ottobre. La richiesta alle autorità è che si proceda più velocemente alle indagini in quanto ormai si è arrivati a 18 cavalli morti senza una spiegazione plausibile.

Cavallo morto alla Reggia di Caserta: la denuncia dell’Oipa

Via | Il Tirreno

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog