Petsblog Gatti Sarcoma post iniezione nel gatto: quali sono le complicanze della ferita chirurgica?

Sarcoma post iniezione nel gatto: quali sono le complicanze della ferita chirurgica?

Sarcoma post iniezione nel gatto: quali sono le complicanze della ferita chirurgica?

Sarcoma iniezione-indotto gatto – Se vi ricordate già un po’ di tempo fa avevamo parlato del sarcoma post iniezione o sarcoma iniezione-indotto nel gatto. Ecco, oggi andremo ad approfondire un aspetto particolare di questo problema: quali sono le complicanze per quanto riguarda la ferita chirurgica dopo asportazione del tumore? Il tutto è stato valutato nello studio dal titolo “Factors influencing wound healing complications after wide excision of injection site sarcomas of the trunk of cats”, Cantatore M, Ferrari R, Boracchi P, Gobbetti M, Travetti O, Ravasio G, Giudice C, Di Giancamillo M, Grieco V, Stefanello D. Vet Surg. October 2014; 43 (7): 783-90.

Sarcoma iniezione-indotto nel gatto: le complicanze della ferita chirurgica

La base per la terapia del sarcoma post iniezione del gatto è di sicuro l’asportazione chirurgica del tumore a margini ampi. Tuttavia un aspetto da non sottovalutare riguarda le complicanze e i fattori che possono influire sulla guarigine della ferita chirurgica post intervento. Lo studio in questione è uno studio retrospettivo, quindi ha analizzato i dati provenienti da quarantanove gatti precedentemente operati.

In questi gatti la neoplasia era localizzata sulla schiena e sono stati operati dopo aver fatto una TC con mezzo di contrasto. I dati presi in esame per valutare le possibili complicanze sono stati: età, peso, body condition score, localizzazione del tumore, dimensioni della neoplasia (sia dal punto di vista clinico che tramite TC), istotipo, durata della chirurgia, margini chirurgici e uso di anestesia anche locale.

I risultati dello studio hanno messo in luce come il fattore principale associato al rischio di sviluppare complicanze relative alla ferita chirurgica era la quantità di tempo impiegata per la chirurgia. A sua volta questo fattore è associato all’ampiezza dei margini adottati e all’ampiezza del tumore (soprattutto quella valutata tramite TC).

Sarcoma post iniezione gatto: cosa vuol dire?

Il succo dello studio in pratica è stato che più la chirurgia è lunga, più c’è il rischio che il gatto abbia problemi a livello della ferita chirurgica (la ferita non si salda, deiscenza dei punti, sieromi…). E la chirurgia è tanto più lunga quanto più è grosso il tumore. Ciò significa che se vedete un nodulo sulla schiena del gatto conviene farlo vedere subito al veterinario, non quando è grande quanto un’arancia perché più è grande, meno margini si potranno tenere, più la chirurgia sarà lunga e più difficoltà di cicatrizzazione ci saranno.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Via | Veterinary Surgery

Foto | alishav

Seguici anche sui canali social