Petsblog Conigli Cosa significa quando il coniglio sfloppa?

Cosa significa quando il coniglio sfloppa?

Cosa significa quando il coniglio sfloppa? Questo adorabile gesto rappresenta forse il miglior complimento che un coniglio potrebbe rivolgere al suo amico umano. Tuttavia, non bisogna mai confondere il Bunny flop con i segnali di un malore.

Cosa significa quando il coniglio sfloppa?

Fonte immagine: Pixabay

Cosa significa quando il coniglio sfloppa? E cosa si intende esattamente con la parola “sfloppare”? Il linguaggio del corpo dei conigli, diversamente da quello di cani e gatti, è senza dubbio molto più articolato e, per certi versi, difficile da decifrare. Questo vale soprattutto per chi è ancora alle primissime armi e ha adottato un coniglio da poco tempo.

Sebbene possano sembrare degli animali estremamente pacati e tranquilli, in realtà i conigli hanno personalità da vendere, ed hanno tutto un set di comportamenti e gesti che nascondono significati ben precisi. Saper comprendere i significati dietro questi comportamenti ci renderà dei padroncini migliori e più consapevoli, e ci aiuterà a capire se il nostro pet è davvero felice.

In questo articolo vogliamo scoprire cosa significa quando un coniglio sfloppa, quali sono i segnali che preannunciano il cosiddetto “bunny flop” e cosa vuole dirci il nostro coniglio con questo buffo gesto.

Cosa fa il coniglio quando sfloppa?

Probabilmente avrai già sentito parlare del famoso “flop dei conigli”, ma magari non ti è ancora capitato di assistere in prima persona a questo “evento”.

Ebbene, quando un coniglio sfloppa, passa improvvisamente da una posizione normale (su quattro zampe) a una posizione sdraiata su un fianco o a pancia all’aria, lasciandosi cadere ed emettendo anche un piccolo tonfo, un “flop” per l’appunto. Talvolta, prima di sfloppare il coniglio gira la testa più volte a destra e sinistra, si guarda intorno e poi … flop, si lascia cadere sul pavimento.

Ora, immagina la scena: da che sembra stare bene, il tuo coniglio all’improvviso di accascia a terra con il corpo molle e la testa rivolta all’indietro. Un padroncino alle prime armi potrebbero vivere questo momento con estrema paura e angoscia.

Se non sapessimo che si tratta di un comportamento del tutto normale, potremmo pensare che il nostro Bunny abbia avuto un malore improvviso!

Cosa significa quando il coniglio sfloppa?

Ora che sappiamo come riconoscere un bunny flop in piena regola, bisognerà capire il significato di questo singolare gesto. Come dicevamo, il bunny flop è un fenomeno normale e persino desiderabile da parte di un buon padroncino. In poche parole, significa che il tuo animale domestico si fida di te, tanto da assumere una posizione per lui molto vulnerabile in tua presenza.

In effetti, quando un coniglio sfloppa ha una evidente riduzione del suo fidato campo visivo, ed espone le sue parti più vulnerabili e intime. Per di più, da questa posizione non sarebbe facile riuscire a fuggire, qualora il piccolo dovesse trovarsi in pericolo.

Insomma, floppando il coniglio ti sta facendo un grandissimo complimento, ti sta dicendo che stai facendo un buon lavoro e che si sente perfettamente a suo agio e al sicuro in tua compagnia.

Quando non è “flop”? I segnali da non sottovalutare

Abbiamo detto che quando un coniglio “floppa”, sta adottando un comportamento del tutto normale e persino positivo. Ma in quali casi, invece, bisogna mettersi in allarme?

Insomma, non sempre un coniglio che si lascia cadere su un fianco vuole dirci che è felice.

Se il corpo del tuo pet diventa improvvisamente floscio e flaccido, se noti delle scosse o tremori, o se l’animale sbava o ha perso conoscenza, si tratta di chiari segnali che c’è qualcosa che non va.

Il coniglio potrebbe essere ammalato o ferito. In presenza di simili sintomi, contatta immediatamente il veterinario per un controllo.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Cosa succede se il coniglio mangia la carta?
Conigli

Coniglio che mangia la carta o il cartone? Succede spesso visto che amano rosicchiare di tutto. Le conseguenze dipendono dal tipo di carta o cartone ingerita e dalla quantità. Spesso non succede nulla, ma grandi quantitativi o carta trattata chimicamente contenente residui tossici possono causare gravi problemi ai conigli