Petsblog Animali selvatici Fenicottero fugge dallo zoo: dal 2005 si gode la sua libertà in Texas

Fenicottero fugge dallo zoo: dal 2005 si gode la sua libertà in Texas

Ecco la storia di Flamingo 492, il fenicottero scappato dallo zoo che vive libero e felice da 14 anni.

Fenicottero fugge dallo zoo: dal 2005 si gode la sua libertà in Texas

Quella che vogliamo raccontarvi oggi è la storia di un fenicottero conosciuto semplicemente con il nome di “Flamingo 492”. Questo animale coraggioso è stato recentemente avvistato sulle coste del Texas. Fino al 2005 il fenicottero viveva in uno zoo, ma un giorno è fortunatamente riuscito a fuggire insieme a un altro fenicottero.

I due sono rimasti insieme per qualche tempo, per poi separarsi e prendere strade diverse. Del secondo fenicottero non vi sono più notizie, mentre Flamingo 492 si è diretto sul golfo, dove ogni tanto si fa vedere insieme alla sua nuova famiglia, uno stormo con cui si è unito in Texas già da diversi anni.

Il Texas Parks & Wildlife Department ha infatti fatto sapere che l’animale è stato avvistato per la prima volta sulle rive nel 2013, e l’ultimo scatto di questo splendido volatile è stato realizzato dal fotografo naturalista John Humbert proprio pochi giorni fa, ed ha fatto letteralmente il giro del mondo. Del resto, la storia di questo animale è davvero straordinaria.

Nonostante si sappia dove si trova, sembra che lo zoo non abbia fortunatamente reclamato la sua proprietà, e che lo abbia quindi lasciato in libertà. Adesso Flamingo 492 è considerato un vero e proprio simbolo del Texas Colonial Waterbird Survey, e presto potrà avere anche un nome, sbarazzandosi del numero che gli avevano assegnato allo zoo e che si trova inciso sulla targhetta applicata alla sua zampa.

Foto da Twitter
via | La Stampa

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Cosa fare se si trova un nido di uccelli sul balcone
Uccelli

Cosa fare se si trova un nido di uccelli sul balcone? In casi del genere, non bisogna fare praticamente nulla se non ammirare con pazienza e rispetto la nascita e la crescita dei tuoi nuovi amici pennuti. Se dovesse rendersi necessaria la rimozione del nido, non agire autonomamente, ma contatta gli enti locali che si occupano della protezione degli animali selvatici.