Petsblog Novità Come insegnare al pappagallo a non beccare

Come insegnare al pappagallo a non beccare

Come insegnare al pappagallo a non beccare

Il vostro pappagallo ha la brutta abitudine di beccarvi? Purtroppo non è il solo! I nostri amici pennuti hanno una personalità molto particolare, e spesso – quando qualcosa non va come vorrebbero – non perdono occasione per mostrarci il loro disappunto, urlando senza sosta o beccando le mani dei loro padroncini. Ma perché si comportano così? Eppure noi cerchiamo di essere dei bravi genitori umani.

Compriamo il cibo migliore, non dimentichiamo di offrire anche frutta e verdura, abbiamo comprato dei giochi per pappagalli. Perché il nostro pennuto ci becca nonostante i nostri sforzi per essere dei bravi “genitori”? E soprattutto, come insegnare al pappagallo a non beccare?

Per comprendere il comportamento di un pappagallo, sarà il caso di iniziare a pensare come un pennuto.

Partiamo dal presupposto che il vostro pappagallo non dovrebbe avere alcun motivo per temere le vostre mani. I proprietari che colpiscono o lanciano oggetti contro il loro animale domestico (purtroppo esistono individui che lo fanno) non dovrebbero stupirsi se i loro pappagalli cercano di beccarli. Si tratta di una reazione del tutto normale, dettata dalla paura. In quel caso, la “colpa” non è affatto dell’animale.

Ecco come insegnare al pappagallo a non beccare

Tornando a noi, quando un pappagallo becca le mani bisogna comprendere in che momento tende a farlo. Il pappagallo vi attacca quando cercate di rimetterlo in gabbia? Forse semplicemente non vuole tornare a casa. Prima di rimetterlo nella sua voliera fategli fare una passeggiata, giocate per qualche minuto con lui, coccolatelo, e di certo il piccolino smetterà di aggredirvi.

Se invece il pappagallo becca quando mettete le mani nella sua gabbia, potrebbe trattarsi di un comportamento territoriale. Il pennuto sta solo difendendo il suo spazio personale, e da bravi padroncini dovremmo rispettare le sue necessità. Se dovete inserire le mani nella gabbia per cambiare acqua e cibo, magari fatelo quando l’animale non è nelle vicinanze, o distraetelo in modo che non si fiondi contro di voi.

Talvolta un pappagallo potrebbe beccare apparentemente senza alcun motivo. In realtà probabilmente il piccolino percepisce del nervosismo o rabbia da parte del padroncino (ricordate che si tratta di animali incredibilmente sensibili). Potrebbe quindi agire in questo modo in risposta a un vostro stato d’animo.

Per finire, dal momento che i “morsi” dei pappagalli possono essere piuttosto dolorosi, è importante saper leggere il linguaggio del corpo del vostro pennuto. Di certo, prima di aggredirvi metterà in atto dei comportamenti anticipatori. Imparate a identificarli e comportatevi di conseguenza, smettendo di fare ciò che lo innervosisce.

via | BeautyOfBirds
Foto di Free-Photos da Pixabay

Seguici anche sui canali social