• Petsblog
  • Novità
  • Coronavirus: perchè la Danimarca ha abbattuto 17 milioni di visoni?

Coronavirus: perchè la Danimarca ha abbattuto 17 milioni di visoni?

Coronavirus: perchè la Danimarca ha abbattuto 17 milioni di visoni?

Coronavirus in Danimarca: ecco le ragioni dietro la strage dei visoni negli allevamenti

Per quale ragione la Danimarca ha avviato quella che sembra essere una vera strage dei visoni? Come molti sapranno, nelle scorse settimane il Paese ha dato inizio all’uccisione di ben milioni visoni, dopo che gli esperti hanno rintracciato una nuova forma mutata del coronavirus (in grado di diffondersi anche fra gli esseri umani) all’interno degli allevamenti.

Come spiegano gli esperti, le varianti del virus mutate negli animali, e poi trasmesse all’uomo, potrebbero rendere inefficaci i vaccini che gli scienziati di tutto il mondo stanno cercando di mettere a punto per combattere il Covid-19. Ciò renderebbe dunque vani i tentativi di arginare la pandemia.

A spiegarlo è stata Mette Frederiksen, Ministro di Stato della Danimarca, un Paese che purtroppo rappresenta il più grande produttore mondiale di pellicce di visone. I principali mercati ai quali si rivolge sono essenzialmente Cina e Hong Kong, ma quello della mutazione del virus è un problema che potrebbe riguardare – ancora una volta – l’intero Pianeta.

Abbiamo una grande responsabilità nei confronti della nostra stessa popolazione. Con la nuova mutazione che abbiamo trovato, abbiamo però una responsabilità ancora maggiore anche per il resto del mondo

ha infatti spiegato la Frederiksen.

La tragica fine dei visoni, vittime del Coronavirus in Danimarca

visoni

Sarebbe meglio dire che i visoni, così come tanti altri animali nel mondo, sono vittime del comportamento insensato e crudele da parte dell’uomo. Allevati all’interno di minuscole gabbie, i visoni rappresentano per molti solo una fonte di guadagno. Gli esseri umani utilizzano la pelliccia di questi animali per creare numerosi accessori, che sono a tutti gli effetti il frutto di sofferenza e morte.

Adesso, per l’ennesimo comportamento scorretto messo in atto dall’uomo, quasi 17 milioni di animali indifesi stanno andando incontro alla morte. L’abbattimento è iniziato alla fine del mese scorso. Sarebbero 207 gli allevamenti di visoni al centro di questa nuova problematica, e – finora – 12 le persone contagiate dalla nuova variante del coronavirus.

La Danimarca tra l’altro non è il solo Paese che ha denunciato la presenza di focolai negli allevamenti di animali da pelliccia. Lo stesso è accaduto nei Paesi Bassi, in Svezia e negli Stati Uniti. Milioni di animali sono stati abbattuti negli ultimi mesi. Per arginare la situazione, alcuni scienziati hanno chiesto un divieto totale della produzione di visoni da pelliccia. Gli esperti sostengono infatti che tale attività sta impedendo l’arrivo di una risposta efficace contro la pandemia.

via | BBC
Foto di Derek Naulls da Pixabay
Foto di skeeze da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog