Animali salvati da una casa di accumulatori seriali a Genova

Due cani e sette gatti sono stati salvati da una situazione di degrado a Genova. Ecco in che condizioni vivevano.

Maltrattamento animali

Due cani e sette gatti sono stati da poco salvati da una condizione di estremo degrado. Gli animali vivevano a Genova, in una casa in cui vi erano immondizia, lettiere di gatti accatastate, escrementi incrostati per tutta la casa, persino dentro alcune ciotole di acqua e cibo per gli animali. A fare la raccapricciante scoperta sono state le guardie zoofile dell’OIPA di Genova che, dopo un accurato controllo dell’appartamento che si trova nella città ligure, hanno effettuato un intervento per portare in salvo gli animali.

Questi ultimi – così come i loro proprietari – vivevano in una situazione di estremo degrado sociale. In casa l’aria era irrespirabile a causa dell’odore di escrementi, tanto che la puzza era percepita anche dall’esterno dell'abitazione. L’estrema incuria e la fatiscenza degli ambienti hanno dunque portato le guardie zoofile a portare in salvo i tanti animali accumulati, come spiega Giuliana Luppi, coordinatrice delle guardie zoofile di Genova:

Oltre all’inadeguata detenzione degli animali, abbiamo trovato una situazione di grave degrado sociale e familiare. Capita spesso che le persone che “accumulano” oggetti, finiscano per accumulare anche degli animali, e, nella convinzione di trattarli nel modo corretto, non si rendono conto che li condannano ad una vita di privazioni e sofferenze, causate dalle pessime condizioni igieniche e dal sovraffollamento.

I cani e i sette gatti sono stati adesso affidati alle cure del canile comunale Monte Contessa, mentre per i loro proprietari è scattata la denuncia per "detenzione di animali in condizioni incompatibili con la propria natura", e per aver causato loro gravi sofferenze.

via | Guardiezoofile
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail