I gatti devono stare a casa: in Australia scatta il coprifuoco

Bizzarra legge di una città dell'Australi: i gatti devono stare in casa, via al coprifuoco perché sono fastidiosi e pericolosi.

Gatto finestra

In Australia lotta ai gatti: considerati pericolosi e fastidiosi, non solo scatterà il coprifuoco, ma ciascun proprietario potrà averne al massimo due. Ci troviamo a Mount Barker, una città australiana a circa 30 km da Adelaide. Dal prossimo anno scatteranno norme più severe per i proprietari di gatti, con relative sanzioni. I gatti domestici dovranno rispettare una specie di coprifuoco, mentre i proprietari potranno avere solo due gatti (a meno che, ovviamente, non ne avessero di più già prima dell'entrata in vigore delle nuove leggi).

Tale decisione sarebbe stata presa a causa delle lamentele di alcuni abitanti della città. Se pensate che questi onesti cittadini si stessero preoccupando per i possibili danni alla fauna selvatica (come accaduto, per esempio, in Nuova Zelanda), vi sbagliate di grosso: erano solamente stufi dei miagolii e dei rumori notturni provocati dai gatti.

Ovviamente la legge non la mette in questi termini e spiega che i gatti potranno vagabondare liberi durante il giorno, ma dalle 20 di sera alle 7 del mattino dovranno essere rigorosamente tenuti dentro casa. E guai a farli uscire dopo le 20 di sera: scatteranno le multe se provocheranno fastidio. Secondo la norma, tutto ciò è stato fatto perché di notte i gatti sono più attivi e provocano più danni alla fauna selvatica.

Ma cosa succederà ai gatti che verrano trovati a gironzolare dopo il tramonto? Verranno acchiappati e portati in gattile, ma solo se qualche residente si lamenterà. Non dovrebbero dunque partire cacce al gatto. Inoltre verranno anche installate videocamere a infrarossi per cogliere sul fatto gatti e padroni furbetti.

Il consiglio comunale ha spiegato che i gatti sono un problema in Australia: la loro abilità come predatori, infatti, li pota a uccidere anche 30-40 mammiferi e rettili a notte. Preoccupato per la questione è Rspca: il limite di gatti in casa, infatti, porterà a un drastico calo delle adozioni.

Ora voglio vedere i poveri proprietari di gatti australiani come faranno a spiegare al loro gatto, che non ha un orologio, che dalle 7 alle 20 può stare in giro, ma che alle 20 deve tornare tassativamente a casa per il coprifuoco. Se non lo fa, cosa succederà? Gli impedirà di andare a trovare i suoi amici per un paio di mesi? Gli toglierà la paghetta? Niente Playstation per una settimana?

Via | News.com.au

Foto | iStock

  • shares
  • Mail