Visita ad una cavia dal veterinario: cosa controlla?

Visita ad una cavia dal veterinario: cosa controlla?

Cosa controlla un veterinario quando visita una cavia?

Cosa deve controllare un veterinario durante una visita ad una cavia?

Prima di tutto il veterinario deve essere esperto in animali esotici e non generico: questa è la premessa fondamentale. A volte il veterinario specializzato in animali esotici non vi sta sotto casa: d’altra parte se l’animale è una vostra responsabilità è un bene agire in tutto e per tutto per il suo bene.

-Peso: una cavia adulta pesa dai 600 gr a più di 1 kg. L’importante è che accarezzandola non si sentano le ossa sul dorso. Le cavie tendono al contrario ad essere piuttosto in carne: questo non è negativo (a meno che non siano letteralmente obese) in caso di malessere dell’animale. La primissima cosa che cala, infatti, è il peso, in conseguenza qualche grammo in più non è una tragedia.

-Pelo: il pelo delle cavie è folto e spesso solitamente (a meno di razze particolari che hanno il pelo più sottile o ovviamente le cavie nude). Non ci devono essere zone di alopecia e l’animale non deve avere forforina.

-Denti: possiamo controllare anche noi ogni giorno gli incisivi delle cavie, che devono essere dritti e ben allineati, ovviamente non possiamo verificare i denti dietro, cosa che invece fa il veterinario, per vedere che anche essi siano dritti e che la masticazione sia corretta.

-occhi e orecchie: gli occhi devono essere puliti, lucidi e senza segno di cataratte o ulcerazioni e senza scolo. Le orecchie ovviamente verranno “ispezionate” per vedere che l’interno e in profondità sia pulito.

-naso: l’animale non deve starnutire e non deve avere scolo

il veterinario si premurerà anche di una palpazione per vedere che la cavia non abbia masse particolari (nel caso delle femmine non sono infrequenti le cisti ovariche, ad esempio).

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog