Fase 2: la CRI e la LAV sostengono i proprietari di animali

La Croce Rossa Italiana e la LAV sostengono le famiglie e i loro amici a quattro zampe anche durante questa Fase 2.

Cri e Lav animali

Durante la “Fase 2” sono emersi nuovi bisogni e nuove emergenze nel nostro Paese. Fra queste, vi sono senza dubbio le difficoltà economiche in cui si trovano attualmente moltissimi italiani. Per venire incontro alle tante persone in difficoltà, proprio negli ultimi giorni la LAV e la Croce Rossa Italiana hanno annunciato una nuova collaborazione in favore delle persone più vulnerabili e di coloro che hanno degli animali ma che, a causa della pandemia di Covid-19, non hanno purtroppo la possibilità di accudirli in modo adeguato.

Grazie al nuovo accordo, gli operatori della Croce Rossa potranno infatti segnalare alla LAV tutte le richieste di aiuto che riguardano animali che vivono in condizioni di disagio, magari a causa della mancanza di cibo, o a causa dell'impossibilità di garantire le necessarie cure veterinarie, o semplicemente perché i loro padroncini non hanno la possibilità di portarli a fare la loro passeggiata perché ammalati o in quarantena in casa.

A parlare della nuova collaborazione è stato Gianluca Felicetti, Presidente LAV, che ha spiegato che sin dall’inizio dell’emergenza l’associazione si è impegnata per aiutare coloro che non avevano la possibilità di accudire i propri animali domestici:

Lo abbiamo fatto attivando un front desk di emergenza (06.4461325 e 320.4795555 – emergenza@lav.it) che rispondesse alle domande dei cittadini, mettendo in campo oltre 150 volontari in azione su tutto il territorio nazionale (lav.it/attivisti-in-azione) e un’ambulanza veterinaria attiva su Roma (06.86357303 - ambulanza@lav.it).

Grazie al nuovo contatto con la Croce Rossa Italiana, presente in modo capillare su tutto il territorio italiano, sarà adesso possibile aiutare ancora più persone e i loro animali:

Ci auguriamo che questa iniziativa segni l’inizio di una più vasta collaborazione che possa consentirci di fornire risposte organiche ai bisogni di migliaia di persone con i propri animali, compagni di vita e membri a pieno titolo delle famiglie italiane.

  • shares
  • Mail