Mille famiglie per mille cani anziani

È partita l’operazione promossa da AIDAA in collaborazione con un centinaio di canili: trovare entro giugno 2013 mille famiglie che vogliano adottare mille cani anziani dal canile.

Per fare in modo che questi cani possano passare gli ultimi anni della loro vita con una famiglia e per diminuire il numero di adulti e anziani all’interno dei canili italiani.

Perché chi ha a che fare coi canili lo sa… i canili sono pieni di anziani. Infatti, la maggior parte dei cuccioli trova più facilmente una famiglia, mentre per un cane che arriva in canile da adulto, le prospettive non sono così rosee.

I motivi che spingono un futuro proprietario alla scelta di un cane giovane sono tanti: il cucciolo è più facilmente “abituabile” alla routine della famiglia, cane e proprietario potranno godersi tanti anni felici insieme, le eventuali esperienze traumatiche vissute da un cucciolo sono sicuramente inferiori a quelle che può aver subito un cane adulto, ecc.

Ma raramente ci si sofferma sugli aspetti vantaggiosi dell’adozione di un cane con qualche anno in più: ad esempio, il cane anziano sarà più tranquillo di un cucciolo e necessiterà di meno ore di esercizio fisico, non sentirà l’irrefrenabile bisogno di mordicchiare le nostre scarpe preferite o le sedie del salotto e non passerà mesi a urinare e defecare in casa; inoltre non ci saranno sorprese relative alla taglia e al carattere, quindi al momento dell’adozione si sa che cosa aspettarsi.

So che stringere tra le braccia un cucciolo è una delle emozioni più belle che si possano mai provare, ma anche dare una nuova vita a un cane di dieci anni che ha conosciuto solo le pareti di un box di canile non è niente male!

  • shares
  • Mail