Sei single e hai un cane? In primavera ti fidanzerai...

Scritta "engaged"

Questa è un'opportunità negata a noi amanti dei gatti. Non possiamo sperare di attirare l'attenzione altrui grazie al nostro cucciolo. Non ci sfuggirà il guinzaglio che qualcuno, romanticamente, prenderà al volo. Piuttosto, se il nostro amato lui ci raggiunge a casa, corriamo il rischio che il felino lo annusi con aria diffidente e lo graffi alla prima carezza. Una mia amica invece non aveva né cani né gatti, ma al parco notò questo cucciolo nero, bellissimo, affettuoso. Gli fece tante coccole. Poi le coccole passarono al padrone, con cui intanto aveva cominciato una affettuosa relazione.

In effetti, alcune persone portano il cane al parco con la precisa intenzione di rimorchiare. Non sono dunque fulminati a tradimento dall'amore eterno, ma hanno studiato a tavolino le reazioni che gli altri esseri umani hanno di fronte ad un cane affettuoso. In qualche modo, se ci pensate, tendiamo ad abbassare la guardia, perché creiamo nella nostra testa la pericolosa equazione amante dei cani = brava persona.

Pericolosa? Sì, perché intanto il cane potrebbe essere in prestito. Poi perché il padrone di un cane può anche essere un cattivo padrone. Infine perché a volte chi ha un meraviglioso rapporto con gli animali non ne ha uno altrettanto buono con i suoi simili. Va bene, lo so, state notando che sono scettica come un gatto.

Mettiamola così, i padroni dei cani mi dicono miracoli delle loro passeggiate primaverili. Magari è solo una leggenda metropolitana, perciò, cari lettori di Petsblog, rilancio a voi la palla in attesa di saperne di più: avete incontrato così la vostra anima gemella? Può la passeggiata con il cane trasformarsi in un'occasione per fare nuovi incontri? I padroni dei cani sono automaticamente affidabili quanto i cani stessi?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: