Ipotermia nelle tartarughe di terra e d’acqua: un nemico da combattere

Ipotermia nelle tartarughe di terra e d’acqua: un nemico da combattere

Una delle nemesi delle nostre tartarughe è di sicuro l'ipotermia. E spesso, la causa di queste forme di ipotermia, siamo proprio noi.

tartarughe: ipotermia

Una delle nemesi delle nostre tartarughe è di sicuro l’ipotermia. E spesso, la causa di queste forme di ipotermia, siamo proprio noi.

Abbiamo già parlato in passato di letargo nelle tartarughe, di come gestire acquario e terrario e delle temperature ideali per le tartarughe. Però visto che ci sono ancora molte persone convinte che le loro tartarughe tenute in casa senza lampada siano andate in letargo perché si muovono e mangiano di meno, forse è bene andare a spiegare ancora una volta il concetto di ipotermia nelle tartarughe di terra e d’acqua. Tutte quelle tartarughe che si muovono poco in casa d’inverno, tenute senza lampada, non sono in letargo: sono in ipotermia. Il che vuol dire che se non prendete provvedimenti quanto prima, le state lentamente uccidendo.

Ipotermia nelle tartarughe: il letargo in casa NON è possibile

Le tartarughe di terra e d’acqua, essendo animali eterotermi, cioè animali in cui la temperatura corporea è regolata in base alla temperatura ambientale esterna, in casa NON possono andare in letargo. O meglio: se le tenete in garage o cantina a 4-7 gradi, in scatoloni coibentati e protetti da topi e ratti, allora sì che vanno in letargo. Ma se le tenete in casa a 20-22 gradi o più, senza lampada riscaldante, allora sono in ipotermia. Anche se avete i riscaldamenti accesi. Anche se le tenete vicino alla stufa. Anche se avete acceso una qualsiasi lampadina sopra di loro.

Le tartarughe vivono bene a una temperatura intorno ai 26 gradi, con hot spot leggermente più caldo. Regolano la loro temperatura corporea spostandosi a seconda delle necessità dal punto più caldo al punto più freddo. In casa, d’inverno, ben che vada ci sono 20-22 gradi, troppo pochi perché il metabolismo della tartaruga possa lavorare correttamente, ma troppi affinché possa entrare veramente in letargo.

Cosa succede quando la tartaruga è in ipotermia?

Quando la tartaruga è in ipotermia, il suo organismo entra in risparmio energetico: si muove di meno, dorme di più e mangia il minimo indispensabile, per risparmiare energie. Il problema è che, con l’ipotermia, a differenza del letargo dove le funzioni vitali sono ridotte al minimo per non avere consumo di energia, la tartaruga continuerà a consumare energie, lentamente, fino a morire.

La tartaruga mangerà sempre di meno, dimagrirà sempre di più (perché il suo metabolismo non è rallentato al massimo come durante il letargo, ma solo ridotto, il che vuol dire che continua a consumare), sarà sempre più apatica e comincerà a sviluppare malattie come la polmonite, che andranno a peggiorare uno stato di salute già critico.

Se tenete in casa in acquario o terrario una tartaruga d’inverno, allora dovete per forza avere anche una lampada riscaldante e il termostato. Se non avete questi accessori, allora state condannando la tartaruga a morire lentamente di inedia, in ipotermia.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog

Come accudire gli uccelli domestici