Metastasi: cosa sono e sintomi

Metastasi: cosa sono e sintomi

Parliamo sempre di metastasi quando citiamo i tumori, ma cosa sono? E che sintomi provocano? Ovviamente tutto dipende dalla localizzazione e dal tumore.

Con il termine di metastasi in medicina umana e in medicina veterinaria di intende la presenza di cellule tumorali al di fuori del tumore primario nel quale si sono sviluppate. Quello che succede è che cellule del tumore primario si staccano da esso e tramite angue, vasi linfatici o contiguità, si spostano su un altro organo o tessuto creando un tumore secondario. Le cellule presenti nelle metastasi sono solitamente uguali a quelle presenti nel tumore primario. In generale, sono i tumori maligni che danno metastasi, non quelli benigni. Inoltre non tutti i tumori maligni hanno la stessa velocità di metastasi.

Prendiamo il caso del sarcoma iniezione indotto del gatto: è un tumore maligno localmente invasivo, ma con basso indice di metastasi (nel senso che tende a metastatizzare di meno e in tempi più lunghi). Idem dicasi per i tumori testicolari dei cani (anche se il seminoma tende ad avere un indice metastatico più alto rispetto a interstizioma o Sertolioma). Contrario il caso del melanoma: quando ci si accorge che c’è e si fa diagnosi, molto probabilmente ha già metastatizzato altrove perché ha un alto indice di metastatizzazione.

Mesotelioma nel cane: sintomi, cause e terapia di questo tumore

Dove si localizzano?

Ogni tipo di tumore ha delle sedi specifiche di metastatizzazione. Ma attenzione: si parla di sedi comuni e frequenti dove metastatizza, ma non è detto che non possa metastatizzare altrove. Prendiamo i tumori mammari: spesso metastatizzano a polmoni e ossa, ma non è detto che non si possano evidenziare altre sedi di metastasi. I tumori intestinali localizzati in zone drenate dalla vena Porta tendono a metastatizzare al fegato, mentre quelli in zone drenate dalla vena cava tenderanno a finire nei polmoni.

Sintomi di metastasi

I sintomi delle metastasi dipendono sia dall’organo colpito, sia dalla presenza di eventuali sindromi paraneoplastiche. Pensiamo, per esempio, a un carcinoma mammario che ha dato localizzazioni metastatiche al polmone: il cane o il gatto manifesteranno dispnea, tachipnea e fame d’aria. Un emangiosarcoma di milza che ha dato metastasi al fegato? Potremo avere sia sintomi legati al tumore primario alla milza (quindi compressione da splenomegalia, emorragie per rotture di parti del tumore, anemia, dispnea), sia sintomi legati alle metastasi al fegato: anche qui ci saranno fenomeni compressivi o possibili emorragie da rottura delle metastasi, ma avremo anche sintomi di insufficienza epatica come anoressia, vomito, diarrea, ittero, encefalopatia epatica, prurito…

Per quanto riguarda il dolore, particolarmente dolorose sono le metastasi che colpiscono le ossa (così come capita in caso di osteosarcoma). Metastasi neurologiche? Avremo sintomi come vertigini, problemi alla vista, diversi deficit neurologici (dipende da quale area e nuclei sono stati colpiti) o convulsioni.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto di Darko Stojanovic da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog