Petsblog Animali domestici Gatti Stress nel gatto: sintomi

Stress nel gatto: sintomi

Stress nel gatto: sintomi

Gatto stressato? Molti proprietari sono convinti che il proprio gatto, qualsiasi sintomo abbia, sia provocato dallo stress. Anche quando, magari, il prurito intenso manifestato è accompagnato da orde di pulci saltellanti. Per contro, ci sono alcuni modi particolari in cui si può manifestare lo stress nel gatto e a cui non sempre si presta attenzione. Di sicuro, prima di stabilire che è lo stress a provocare quel sintomo, bisognerà escludere tutte le altre possibili cause: molti di questi sintomi sono riferibili a decine di altre malattie, molto più comuni dello stress.

Cani e gatti stressati dal lockdown da Coronavirus? Ecco come capirlo

Gatti stressati: sindromi e sintomi

Ci sono diversi modi in cui un gatto può manifestare stress:

  • il gatto stressato perde pelo o si strappa il pelo: si parla di alopecia da stress
  • dermatite da stress del gatto
  • il gatto è agitato e improvvisamente irrequieto, senza causa scatenante apparente
  • cistite idiopatica: a volte si hanno anche forme di cistite emorragica da stress
  • prurito, con il gatto che arriva a strapparsi il pelo e a ferirsi

Come si comportano gatti con stress acuto?

In caso di forti spaventi, ansia, agitazione o aggressione da parte di altri animali, il gatto potrebbe manifestare anche sintomi da stress acuto:

  • si nasconde
  • immobilità
  • schiena inarcata
  • pelo dritto sulla schiena
  • si tira su sulle zampe
  • ringhia
  • soffia a bocca aperta mostrando le fauci
  • le orecchie sono tirate indietro e appiattite
  • midriasi (pupille dilatate)

E gatti con stress cronico come si comportano?

Il problema dello stress è che l’organismo produce una serie di sostanze e ormoni per contrastare gli effetti dello stress. Sul breve periodo non influiscono sulla salute generale, ma uno stress costante con continua produzione soprattutto di adrenalina e cortisone fa sì che si attivino dei meccanismi compensativi che finiscono con provocare sintomi anche gravi.

Prima abbiamo parlato di stress acuto, ma quali sono i sintomi di un gatto con stress cronico? Potrebbero essere diversi:

  • il gatto si nasconde
  • cambia il suo comportamento: può diventare più aggressivo, più agitato o anche più dolce
  • diventa pigro, si muove poco e non ha più voglia di giocare come prima
  • miagola di continuo
  • non si toeletta più
  • potrebbe mangiare di meno o mangiare troppo
  • può produrre più feci, anche diarroiche o produrne di meno, sviluppando una forma di stipsi cronica
  • urina in luoghi non appropriati
  • pica
  • manifesta stereotipie come grooming eccessivo, leccamento continuo o si rincorre la coda

Come di sicuro avrete notato, questi sintomi sono comuni a molte altre malattie. Questo è il motivo per cui il veterinario, prima di decidere che quel sintomo è provocato dallo stress, dovrà fare una serie di analisi e indagini per escludere tali malattie. Pensare che il gatto dorma troppo per lo stress quando invece dorme troppo perché ha un’insufficienza renale, vuol dire trascurare e far peggiorare la malattia originaria.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social