Petsblog CURIOSITÀ I gatti che vivono all’Hermitage di San Pietroburgo e “proteggono” le opere d’arte

I gatti che vivono all’Hermitage di San Pietroburgo e “proteggono” le opere d’arte

I gatti che vivono all’Hermitage di San Pietroburgo e “proteggono” le opere d’arte

Avete mai visitato il museo Hermitage di San Pietroburgo? Vi siete mai accorti dei particolari guardiani che vivono all’interno a stretto contatto con opere di Caravaggio, Canova, Van Gogh? Sappiate che nel sottotetto e nei locali sotterranei vivono almeno 60 gatti, il cui compito è semplice: tenere lontani i topi e gli insetti dalla prestigiosa struttura., preservando così le opere.

Le opere conservate all’interno dell’Hermitage di San Pietroburgo possono contare su angeli custodi pelosi a quattro zampe, che hanno libero accesso ai locali sotterranei. I custodi umani hanno anche dato loro dei nomi e talvolta li danno in adozione ad alcune famiglie, quando la colonia felina comincia a crescere un po’ troppo.

Guarda la galleria: I gatti dell’Hermitage di San Pietroburgo

Ogni anno, inoltre, il 28 marzo si celebra la giornata del gatto dell’Hermitage, con cartelli stradali intorno alla zona con scritte come “Attenzione, passaggio gatti”. Del resto i felini vivono qui da tantissimo tempo: Pietro Il Grande fu il primo a portare un gatto lì dentro e poi Caterina II li nominò guardiani speciali.

Seguici anche sui canali social