Estate e abbandono di animali: come evitarlo

Arriva l'estate: tremenda per gli abbandoni di animali.

come-evitare-labbandono-di-animali.jpg

La temuta estate è alle porte, ma in molti si sono già portati avanti scaricando il proprio animale in parchi, per strada, in giardini privati etc etc. Tutto ciò condanna spesso a morte l'animale (circa il 10% degli abbandoni viene salvato) e mette in pericolo anche gli esseri umani (un cane che attraversa l'autostrada è un rischio).

Il primo consiglio che vi dò è scontato: non prendete animali se sapete benissimo di non poter reggere un impegno a lungo termine. Un animale è una responsabilità che dura 2, 6, fino a tutta la vostra vita in caso di alcuni animali.

Ci sono poi varie alternative: un animale può essere lasciato presso un petsitter per un periodo. Se andate via un paio di settimane non ci sono grossi problemi di gestione. Esistono numerose liste di petsitter anche per animali esotici o piccoli animali.

Ci sono dei veterinari che possono ospitare animali, sempre ovviamente a pagamento, qualora qualcuno necessitasse di cure particolari o di terapie specifiche. E chi meglio di un veterinario può eventualmente seguire un animale malato?

Infine, se proprio non volete più tenere l'animale, abbiate almeno in buon cuore di avvisare tempestivamente una associazione che si occupa di quello specifico animale, ma non dicendo "domani parto, venite a prendervi l'animale!". Capite che una attività di volontariato comporta persone che di norma lavorano e quando possono aiutano i bisognosi, in conseguenza non sono pronti a scattare all'abbisogna.

  • shares
  • Mail