India: elefanti uccisi da cavi elettrici sospesi

In India, sette elefanti sono stati uccisi a causa di diversi fili elettrici lasciati incustoditi.

In India sette elefanti sono stati uccisi a causa di alcuni fili elettrici lasciati incustoditi. I fatti sarebbero avvenuti nell’India orientale, e le autorità hanno fatto sapere che gli elefanti facevano parte di una mandria di circa 15 esemplari che si era avvicinata a Kamalanga, un villaggio nel distretto di Dhenkanal, nello stato dell’Orissa.

A ritrovare i corpi dei poveri animali morti sarebbero stati gli stessi abitanti del villaggio, che hanno immediatamente allertato le autorità.

A quanto sembra, i sette elefanti, che si trovavano in quelle zone alla ricerca di cibo, sarebbero stati fulminati dai cavi scoperti di un sistema di alimentazione che veniva utilizzato per i lavori di una ferrovia lì vicino. In seguito a questo triste episodio, il primo ministro dell’Orissa, Naveen Patnaik, ha aperto un’inchiesta che ha già portato alla sospensione di 6 funzionari e al licenziamento di un ingegnere del CESU (Central Electricity Supply Utility).

In queste zone, i pachidermi corrono purtroppo moltissimi rischi. La loro sopravvivenza è infatti minacciata non solo dal bracconaggio, ma anche dagli incidenti causati dai treni (sono molti gli esemplari che perdono la vita perché investiti sui binari) e dalla progressiva riduzione del loro habitat naturale.

 

via | La Stampa
Foto da iStock

  • shares
  • Mail