Come costruire giochi casalinghi per il vostro micio

Il mondo è un enorme giocattoloUno dei momenti fondamentali della vita col micio è quello del gioco. Avrete sicuramente visto in commercio decine di giochi per gatti (sul sito della Zooplus trovate un assortimento di topi che farebbe invidia a Noè), ma potreste provare a costruirne di casalinghi. I gatti, quando non dormono su di noi, amano cacciare, anche se a stomaco pieno. Qualunque oggetto riscuota la loro attenzione si trasforma in una pericolosa e insidiosa preda.

Le prede sono di due categorie: la prima, è quella delle cose poste su superfici quali tavoli. Scopo della caccia: far cadere l’oggetto, possibilmente fragile e costoso, sul pavimento. L’azione avviene per mezzo di rapidi movimenti delle zampette, che spingono verso l’orlo il temibile, ad esempio, telefono cellulare. Una volta a terra, l’oggetto va fatto girare come una trottola, per apprezzarne il moto, e poi va spinto per sempre sotto un mobile dalla completa inaccessibilità. La seconda categoria include prede da trasportare in bocca: sono molto graditi pennelli da trucco ed elastici per capelli. Il gatto li ruba e poi segue la stessa metodologia applicata per le prede di cui sopra.

Per salvaguardare almeno parzialmente ciò che lasciamo incautamente in giro, potremmo costruire dei giochi al micio; tutto ciò che rotola ha un appeal incredibile, quindi la vecchia pallina di stagnola è perfetta. Per impedire che il gatto ingerisca pezzi di alluminio della pallina sventrata, sono accettati rivestimenti in nastro adesivo per pacchi. Tempo stimato prima della distruzione/occultamento del gioco: 15 minuti.

Per far saltare il micio, un surrogato del bastoncino piumato è una cannuccia da cocktail con piume strappate a un vestito di carnevale. Durata stimata: da 3 a 4 minuti, incluso il tempo impiegato per disinfettare i graffi che vi ha fatto alle mani. Accessorio consigliato: guanto di cuoio da falconiere o manicotto imbottito per addestratori di cani da guardia.

Un vecchio tappo di sughero legato a un robusto spago andrà bene sia legato a una certa altezza che fatto scivolare sul pavimento. Durata stimata: dipende dall’utilizzo e dalla qualità dei materiali. Ricordate che, se il gatto ingerisce lo spago dopo averlo meticolosamente liberato dal tappo, NON dovrete tirarglielo di bocca, se parzialmente ingerito; il consiglio di tagliare lo spago invece di tirarlo è valido anche al momento dell’espulsione dello stesso. Meglio tagliarlo e chiamare il veterinario in preda al panico. Sul web è possibile trovare forum “felini”che parlano del problema dell’ ingestione di fili da parte dei gatti: consultateli per prevenire questo tipo di problema, e portate subito il gatto all’ambulatorio veterinario se vi si presenta.

Un ultimo consiglio: i puntatori laser, anziché portarli allo stadio, sono un gioco che farà letteralmente impazzire il vostro gatto. Voi potrete star comodamente seduti sul divano, e lui si fiaccherà cercando di afferrare il puntino luminoso. Durata: illimitata, a meno che non lasciate incustodito il puntatore su di un tavolo…

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: