L’orso M49 Papillon, il ricercato d'Italia, esce dal letargo

L’orso M49, il più ricercato d’Italia, noto anche con il nome di Papillon, è uscito dal letargo.

orso M49

Papillon, ovvero l’orso M49, il più ricercato d’Italia, è uscito dal letargo in maniera inaspettata, nonostante le temperature ancora basse. Questo esemplare di orso bruno di tre anni e mezzo e del peso di 140 chilogrammi è diventato famoso per il suo comportamento a dir poco turbolento, tanto da essere considerato un esemplare problematico.

Papillon, come è stato ribattezzato dal ministro dell'Ambiente Sergio Costa, era già stato catturato durante la scorsa estate, quando fu rinchiuso nell’area faunistica dedicata del Casteller a Trento Sud. Qui gli fu tolto il radiocollare che ne consentiva il monitoraggio, ma in breve tempo l’animale ha distrutto una recinzione elettrificata ed è fuggito via.

Dopodiché, M49-Papillon ha girovagato per alcune settimane sulla Marzola, la montagna sopra Trento, è arrivato in Alto Adige e poi è entrato in letargo. Durante la scorsa notte si è però risvegliato in anticipo. Le prime impronte sono state individuate nella zona di Arodol, area di Castello Molina di Fiemme in Trentino.

Più esattamente sono state individuate nella zona dell’azienda agricola di Luigi Bonelli in Val di Fiamme (Trentino), dove l’animale ha prima danneggiato un’arnia, per poi essere messo in fuga da tre cani.

Gli esperti fanno sapere che riuscire a rintracciare questo esemplare potrebbe essere problematico, innanzitutto perché non è più munito di radiocollare, e inoltre, se mai si dovesse scoprire con precisione qual è il posto in cui trascorre il letargo, effettuare un intervento nella tana sarebbe troppo pericoloso sia per i veterinari che per l’animale.

via | Repubblica
Foto da

  • shares
  • Mail