Russia, nuova strage di animali marini: colpa dei cambiamenti climatici?

Una misteriosa strage di animali marini desta preoccupazione in Russia: le immagini inquietanti.

strage di pesci

In Russia, e più esattamente nella costa della penisola dell'Estremo Oriente Kamchatka, una misteriosa strage di animali marini sta lasciando senza parole il mondo intero. I fatti sono accaduti pochi giorni fa, quando su una vasta porzione di spiaggia è stato trovato un numero esorbitante di animali senza vita. Le immagini hanno fatto il giro del mondo, e sono davvero molto tristi, oltre che inquietanti.


 











Visualizza questo post su Instagram























 

Un post condiviso da TUP (@the_unwise_parasite) in data:


Come spiegano le autorità, sembra che qualcosa di misterioso abbia ucciso fino al 95% della vita sui fondali marini. Purtroppo però non si tratta esattamente di un vero e proprio mistero. A detta del governatore della regione della Kamchatka, Vladimir Solodov, sembra che la strage di animali sia dovuta infatti ai cambiamenti climatici.

I fatti mostrano che la scala dell'evento è estremamente ampia,

ha spiegato Solodov, aggiungendo appunto che “quasi certamente” si tratta di una situazione legata al cambiamento climatico e all’inquinamento. Frutto insomma dell’azione dannosa dell’uomo, che in questo caso specifico si ripercuote sulla vita nell'Oceano Pacifico.

C’è anche chi sostiene che la causa della morte di tanti animali sia da ricondurre in particolar modo alla presenza di un impianto di stoccaggio di sostanze chimiche velenose di epoca sovietica che probabilmente sono state filtrate in mare. O ancora c’è chi sostiene che la strage possa essere stata causata dalla presenza di tossine delle microalghe in mare. Qualunque sia la ragione di questa situazione, dobbiamo ammettere che si tratta di un evento davvero molto triste. Vedere tanti animali senza vita ammassati sulla spiaggia lascia davvero l’amaro in bocca.

via | Ansa
Foto di 6863 da Pixabay

  • shares
  • Mail