Taglio delle orecchie e della coda nei cani: forse un po' di chiarezza


Sulla questione se fosse possibile o meno tagliare coda ed orecchie nei cani c'è stata un po' di confusione. Prima si faceva per bellezza, se così possiamo dire perché, chi ama i cani, li ama pure fuori dallo standard di razza. Poi il Ministero della Salute ha detto "stop" e ha inserito nella legge contro il maltrattamento un comma dichiarando che era vietato fare qualsiasi operazione chirurgica che non sia indispensabile e strettamente legata alla salute degli animali. Poi il Senato ha cancellato quella parte della legge. Poi il Ministro Fazio ha detto che il taglio era concepibile per i cani utilizzati nella caccia.

Adesso sembra che la questione sia arrivata ad una, fortunata, conclusione. Venerdì scorso è stata iscritta nella Gazzetta Ufficiale una nota nel quale si dichiara che sono vietati:

"gli interventi chirurgici destinati a modificare la morfologia di un cane o non finalizzati a scopi curativi in conformità all'articolo 10 della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia ratificata dall'Italia con la Legge 201 del novembre scorso"

Questa norma poi è estesa anche al divieto di esibire in fiere o mostre canine cani con amputazioni estetiche e di commercializzarli dagli allevamenti o dai negozi. Speriamo che entri più nella testa della gente che queste cose non devono essere fatte non tanto perchè illegali quanto perchè stupide.

Via| La provincia di Como
Foto|Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: