I cani in Cina? Fanno spesso una fine terribile

In Cina, ogni giorno, c'è una mattanza di cani destinati al macello.

In questi giorni c'è un video che, tra gli animalisti, è diventato tristemente virale. Mostra come vengono uccisi i cani utilizzati per diventare cibo. E' un video pubblicato dal sito web www.senzavoce.com che, grazie ad un investigatore infiltrato, è stato svelato un orrore terribile. Oltre trentamila cani, ogni giorno, vengono brutalmente uccisi a bastonate per diventare cibo. Il video è terrificante e non vogliamo mostrarvelo. Potete vederlo, se davvero ci tenete, al link di Senza Voce ma sta a voi. Vi dico solo che, una volta visto, non potrete più dimenticarlo.

L'unica regione/stato cinese dove è strettamente vietato il consumo di carne di cane è Hong Kong ma, nel resto dello sconfinato paese asiatico, non esistono leggi contro i maltrattamenti. Una cosa che, però, vorrei farvi notare. Quello che succede ai cani in Cina succede quotidianamente anche nei nostri paesi. Non si tratta di cani (per quanto ne sappiate) ma di vitelli, agnelli, manzi,capretti, maiali e via dicendo. Voi vedete qualche differenza? Io, personalmente, no. Non pensate che, fino a un paio di decenni fa, il modo di uccidere gli animali da macello fosse differente da quello usato dai cinesi con i cani. Cambia la cultura non certo la sorte di una creatura vivente. Per un indù, ad esempio, noi saremmo dei barbari a mangiarci le mucche. Il problema, per me, è a monte di tutto, quando decidiamo che alcuni animali si mangiano e altri si coccolano.

Foto|Flickr

  • shares
  • Mail