Una nuova legge contro il maltrattamento degli animali

Con “La legge di Logan”, un registro nazionale racchiuderà i nomi e le schede di tutti gli “animal abusers”.

Logan era un Husky di 11 che viveva insieme al proprietario Matt Falk nella Stato del Michigan. Nella notte del 12 marzo 2012, uno sconosciuto ha scavalcato le recinzioni giardino di casa, si è avvicinato a Logan e gli ha lanciato addosso l’acido per batterie, accecandolo e ustionandogli il muso.

Il proprietario si è accorto dell’accaduto al mattino e ha subito portato Logan dal veterinario; nonostante le terapie l’acido ha continuato la sua azione ustionante per altri tre giorni, estendendo le lesioni a tutta la parte destra del muso del cane. Purtroppo, la natura tossica della sostanza e l’età del cane hanno influito negativamente sulla prognosi, portando Logan alla morte il 9 luglio 2012.

Questo orribile fatto ha spinto i proprietari di Logan a intraprendere un’azione che ora sta dando i primi frutti: sono in fase di approvazione due disegni di legge per creare un registro degli “animal abusers”.

Le persone che verranno condannate per maltrattamento animale finiranno su un registro nazionale (insieme alle relative schede), che consentirà di tenerli il più lontano possibile dagli animali, impedendogli ad esempio di adottarne da canili o rifugi. I disegni di legge sono stati nominati “La legge di Logan”, in ricordo del cane che li ha ispirati.

Il signor Falk ha commentato il successo della sua iniziativa con queste parole:

Anche se l’attacco subito da Logan è stato terribile, abbiamo la possibilità di trasformarlo in qualcosa di positivo per gli animali di tutto lo Stato e forse anche di tutto il Paese. Ogni fuoco parte da una sola scintilla.

Via | dailymail

Foto | flickr

  • shares
  • Mail