Lo Stato di New York presenta un legge per vietare i tatuaggi decorativi su cani e gatti

La moda del “pet tattoo” prende sempre più piede negli USA e per questo motivo la deputata democratica Linda Rosenthal ha presentato un disegno di legge per vietare questi veri e propri atti di violenza.

Cani tatuati e colorati

Con pet tattoo si intende quella pratica – assurda, secondo me – di tatuare cani e gatti. Non si tratta degli utilissimi tatuaggi di riconoscimento, ma di tatoo a fini ornamentali un po’ come quelli per umani. Il fatto è che noi umani scegliamo di farci tatuare qualcosa, gli animali invece non possono scegliere liberamente se farli o meno.

Tale moda è diffusa in Russia e in Asia dove spesso vengono tatuati non solo cani e gatti, ma anche maialini; in Cina e in Vietnam, invece, è di buon augurio regalare pesci tatuati. Ora la moda del pet tatoo sta prendendo piede anche negli Stati Uniti d’America, ma c’è chi è pronto già a dare battaglia.

Nello stato di New York, infatti, la deputata democratica Linda Rosenthal ha deciso di presentare un disegno di legge per rendere illegali tatuaggi e piercing sugli animali domestici, punendo i proprietari con multe fino a mille dollari e anche con un anno di carcere. Il divieto, naturalmente, non riguarda i tatuaggi per il riconoscimento. In base alla proposta di legge sarebbero permessi i tatuaggi temporanei che vengono applicati in alcuni saloni di toelettatura.

Linda Rosenthal si batte strenuamente in difesa dei diritti degli animali e, soprattutto, si pone come paladina del diritto degli animali a “non essere soggetti ai capricci umani e a scelte di moda”.

E purtroppo i nostri cani e gatti sono sottoposti a violenza proprio da chi dice di amarli: tra abbigliamenti spesso inutili (e comunque di pessimo gusto!), tatuaggi come in questo caso, ma anche smalto per le unghie o tintura per avere un pelo diverso tante, troppe volte trasformiamo degli esseri viventi quali sono gatti e cani in giocattolini per un semplice capriccio.

Via | Ansa

  • shares
  • Mail