Obie, il bassotto più grasso del mondo, è dimagrito

A seguito di una ferrea dieta, Obie, il bassotto più grasso del mondo, ha perso ben 18 chili e ha evitato una morte sicura.

Obie, il bassotto più grasso del mondo, è dimagrito

Obie è senza dubbio il bassotto più famoso degli Stati Uniti. Motivo di tanta notorietà è la sua mole: il “cagnolino”, infatti, è arrivato a pesare trentacinque chili, fatto più unico che raro nel mondo canino considerando soprattutto le dimensioni ridotte della razza.

Una dieta ferrea, è il caso di sottolinearlo, gli ha fatto perdere ben diciotto chili e lo ha salvato da morte sicura. Non dimentichiamo che i bassotti, vista la loro lunghezza, possono soffrire di mal di schiena e pertanto è necessario che siano in una buona forma fisica per evitare ulteriori problemi.

Tornando a Obie, cibo sano, movimento e un intervento chirurgico per l’asportazione della pelle in eccesso hanno assicurato al cagnolino una forma perfetta.

Per la sua singolarità, la storia di Obie è diventata un caso mediatico negli Stati Uniti d’America. Il profilo Facebook del bassotto, Biggest Loser - Doxie Edition, conta quasi centomila seguaci e tutti tifano perché la simpatica bestiola perseveri nel suo regime alimentare corretto.

Va comunque detto che Obie era ingrassato per colpa dei suoi ex proprietari che, dimenticandosi di aver dato la pappa al cane continuavano a riempire la ciotola che puntualmente e presumibilmente con gioia veniva svuotata. La nuova padrona non ha concesso sviste al bassotto che, infatti, è dimagrito ed è tornato a un peso compatibile alle sue ridotte dimensioni.

Anche il lifting ha senz’altro contribuito a rendere Obie libero e bello.

L’obesità nei cani e nei gatti


Obie, il bassotto più grasso del mondo, è dimagrito

Negli Stati Uniti l’obesità sta diventando una vera e propria piaga sociale, non solo per gli esseri umani ma anche per gli animali non umani. Alcune indagini hanno messo in evidenza che circa il 60% di tutti gli animali da compagni degli USA sarebbero in sovrappeso, con conseguente diffusione di malattie cardiocircolatorie e di diabete.

La situazione è talmente grave che la scuola di medicina veterinaria della Tufts University, in Massachusetts, ha aperto una clinica dell’obesità specializzata nella cura di Micio e Fido.

Ricordatevi sempre che siete voi i responsabili della salute dei vostri animali da compagnia. Visto che parliamo di cani, per cominciare tenete a mente i consigli della nostra veterinaria per evitare che il cane chieda l’elemosina a tavola. Poi fatevi una bella chiacchierata con il vostro veterinario per la pappa più adatta per i vostri amici pelosi. Ripeto: con il veterinario e non con il venditore di cibi per animali perché il veterinario sa cos’è meglio per ogni animale.

  • shares
  • Mail