Dieci modi per giocare con il proprio gatto in maniera creativa

Ci sono molti giochini per gatti in commercio. Ma, aguzzando l'ingegno, si può giocare con Micio senza dover spendere nemmeno un centesimo.

Un gatto che gioca

Giocare con i gatti è divertente se si riesce a stuzzicare la loro curiosità. I gatti non sono creduloni come i cani e per questo bisogna giocare d’astuzia per coinvolgerli nel gioco.

Ecco dieci modi per far divertire il gatto di casa. Si tratta di giochi low cost: prima di andare a comprare qualche gioco particolare o educativo provate a esercitarvi con lui in una, come dire, fruttuosa relazione ludica.


  1. Parlare con il gatto faccia a faccia. Non tutti i gatti amano essere toccati. Avvicinarsi molto a loro, guardandoli negli occhi, senza però tentare un contatto fisico può essere importante per ottenere un po' di fiducia. Quando siete alle prese con il micio cui fate da cat sitter o comunque con un gatto che conoscete poco, mettetevi al suo livello, chiamatelo per nome e usate un tono gentile.

  2. Cantare con il gatto. Ovvero tentare un approccio poliglotta, rispondendo ai miagolii del micio con la miglior simulazione del miao di cui siamo capaci, modificando il tono nel momento in cui lo modifica anche lui.

  3. Mettere un piccolo giochino sul pavimento sotto un bicchiere di carta. Un gioco semplice, che non richiede alcuna spesa, ma che farà divertire moltissimo il micio, grande o piccolo che sia.

  4. Lanciare i croccantini al gatto. Prendete un pugno di croccantini e accomodatevi sul pavimento. Lanciate un croccantino alla volta. Vi stupirà scoprire quanto sarà veloce il gattino a inseguirli e a recuperarli. In questo modo mentre mangia rafforzerà il suo istinto di predatore.

  5. Poggiare sul pavimento qualcosa che viene da fuori. Ovvero: i gatti osservano i nuovi oggetti, li annusano, poi vi si strusciano lasciandovi il proprio odore e in questo modo li accolgono ufficialmente nel loro territorio. Se state per fare conoscenza con un gatto, ad esempio, poggiate per terra la vostra borsa o la giacca. Controllare il bagaglio e dare l'ok, sarà il suo modo per accogliere anche voi.

  6. Aprire un quotidiano o un giornale sul pavimento e nasconderci sotto un gioco facendolo muovere. Il gatto si ritroverà a vivere la stessa situazione di un gatto libero di scorrazzare in giardino: la preda è nascosta nell'erba e va stanata. Alcuni gatti reagiranno immediatamente, altri si metteranno a osservare con calma ogni movimento. Se la loro attenzione è catturata, prima o poi si lanceranno sul giornale.

  7. Mettere una vecchia tovaglia sul tavolo e nasconderci sotto un giochino. Credo che tutti abbiamo fatto involontariamente questa esperienza. Tovaglia vecchia o meno, con o senza giochino, quando lanciamo un qualsiasi pezzo di stoffa su di un oggetto (per esempio, il telo copri divano) il gatto ci segue e ci si lancia sotto al volo. Mi raccomando: non mettete la mano sotto la tovaglia, che micio potrebbe graffiarvi!

  8. Agganciare un anello di plastica a uno spago e metterlo sotto un mobile. Ritagliate un anello da una bottiglia di plastica o da un cartone del latte, agganciatelo a uno spago e spingetelo sotto un mobile. Potete anche appendere una pallina. Anche questo è un classico gioco che simula la caccia. Davvero molto economico.

  9. Appendere il cappotto sulla spalliera di una sedia. Il gatto quasi sicuramente andrà ad accucciarsi sotto il cappotto. Attenti a non passare troppo vicino alla sedia con ciabattine estive o piedi nudi. O il gioco si rivolterà contro di voi.

  10. Inseguire il gatto di stanza in stanza. Spesso è il micio stesso a sollecitare questo tipo di gioco: si lancia attraverso la stanza, vi tocca al volo una gamba e poi scappa via come una furia. Controllate che la coda del gatto sia sollevata mentre corre, perché è indice di gradimento del gioco. Una coda bassa indica che invece ha paura.

Via | Curiosity killed the...
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail