Il periodo della muta del pelo nel coniglio

Il coniglio fa la muta del pelo: questo non deve essere per noi motivo di preoccupazione!

Ci sono dei mesi dell'anno in cui ci sembra, a casa nostra, di vivere nel far west: intere balle di pelo rotolano senza meta precisa e si vanno ad infilare sotto ai mobili, proprio là dove mai riusciremo a raggiungerle! Ebbene sì stiamo parlando della muta del pelo dei conigli.

Con il tempo ormai un po' pazzerello è difficile definire i mesi esatti di muta, dovrebbero essercene due all'anno: in primavera, quando il clima diventa più temperato, e in autunno, quando diventa più freddino. In primavera ovviamente il coniglio si "alleggerisce" mentre in autunno mette un pelo un po' più folto: in appartamento il tutto è mitigato poichè non ci sono enormi sbalzi di temperatura, tuttavia il cambio del pelo avviene in ogni caso.

Come aiutare il coniglietto? Vi consiglio vivamente di dotarvi di spazzolina morbida o di strumenti appositi per pettinare e spazzolare il coniglio: attenzione a quelli che hanno delle specie di uncinetti in ferro, non sono infatti adatti e fanno male al coniglio. Inutile dirvelo: spazzolate, spazzolate, spazzolate! Così aiuterete il vostro coniglio a liberarsi di parte importante di pelo morto: il resto lo manda giù lui! Quindi più lo spazzolate, più lo aiutate. Al coniglio è possibile non piaccia ma, ahimè non è un divertimento: lo fate per il suo bene.

Verificate l'alimentazione, favorendo cibi molto fibrosi (dovreste già dare sedano e finocchio ogni giorno, se non lo state facendo, provvedete!) e controllate che il coniglio mangi regolarmente, ugualmente deve continuare a spallinare in maniera regolare e abbondante. Potete in caso ridurre le verdure che già in sè provocano maggiori gas intestinali, quali cavolo, cavolfiore, broccoli ma, come detto, favorite le verdure fibrose.

Nota importante: raro ma può accadere, il coniglio inizia a calare nello spallinare e mangia con meno appetito. Rivolgetevi immediatamente ad un veterinario esperto in animali esotici che saprà indirizzarvi su come procedere: eventuali blocchi gastrointestinali vanno gestiti con tempestività.

  • shares
  • Mail