Petsblog Novità Informazione Cani avvelenati a Milano

Cani avvelenati a Milano

Tre cani avvelenati in zona Porta Romana. E bocconi con veleno trovati in molte altre zone della città.

Cani avvelenati a Milano

Continuano le segnalazioni della presenza di bocconi avvelenati nelle aree verdi di Milano. Porta Romana, via Bisceglie, via Savona, via San Gimignano e Corsico (dove sono stati trovati venti chili di croccantini avvelenati): queste le zone più colpite.

Sono tre i cani deceduti nei giorni scorsi per aver ingerito quei maledetti bocconi e moltissime le esche ritrovate nei prati e contenenti un potente topicida. Per questo motivo la Polizia Locale ha disposto il controllo degli spazi verdi presenti in alcune zone della città e la temporanea chiusura di alcune aree cani. Inoltre è stata istituita una taglia di 500 euro per chiunque sappia qualcosa circa il criminale che sparge croccantini e veleno per le strade del capoluogo lombardo.

Anita Agrati, avvocato che collabora con il tribunale degli animali dell’Aidaa, ha dichiarato:

Proprio in questi giorni noi, come tribunale, stiamo valutando come muoverci per risolvere la situazione. Secondo me si tratta di una persona singola, uno squilibrato che abita nei quartieri e che per qualche ragione è disturbato dalla presenza degli animali.

L’avvelenamento è una condizione clinica spesso molto dolorosa… Alcuni veleni provocano emorragie interne, altri insufficienza respiratoria, altri convulsioni. Purtroppo, nonostante il tempismo dell’intervento, non sempre si riesce a salvare il cane avvelenato. Una crudeltà intollerabile. Chi vede qualcosa di sospetto, denunci subito.

Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quanto dura il ciclo ai cani di taglia piccola?
Cani

Il ciclo estrale dei cani di piccola taglia dura tanto quanto quello dei cani di taglia media e di taglia grande. Forse l’unica differenza sta nella quantità delle perdite ematiche: i cani di grossa taglia tendono a perdere un po’ più di sangue rispetto ai cani di piccola taglia. Ma la durata delle varie fasi e i sintomi sono i medesimi