Il nuovo codice della strada: novità anche per chi di zampe ne ha quattro

catcarIl nuovo ddl sulla sicurezza stradale, che dovrebbe arrivare in Senato a fine maggio, presenta alcune novità che riguardano il soccorso di animali. Noi di PetsBlog ci eravamo già occupati di veterinari multati durante un recupero di animali: a quanto pare, quei veterinari vedranno finalmente i propri servizi equiparati a quelli per umani.

L’articolo 32 prevede che anche i mezzi adibiti al soccorso animale siano dotati di lampeggianti e sirena, e che i servizi d’emergenza vengano individuati da un successivo decreto: si dovrà infatti stabilire quali siano gli estremi per giudicare un recupero come urgente, anche se effettuato da privati, e dovrà essere prodotta una documentazione da esibire dopo l'eventuale controllo da parte delle autorità di polizia stradale.

La notizia che più ci rende felici, però, è la multa fino a 1559 euro per chi causa incidenti che coinvolgano animali d’affezione (spero anche randagi!), da reddito o protetti. In caso di omissione di soccorso, invece, la multa sarà al massimo di 311 euro. Il processo per direttissima non mi dispiacerebbe ma, l’importante, è che il problema venga finalmente regolato. Fatta la legge, si può sempre migliorare… o aggirare?

Poco tempo fa avevamo affrontato il problema degli incidenti automobilistici che coinvolgono animali, e di come sia fondamentale, visto che un incidente può capitare a chiunque, prestare immediato soccorso all’animale, anche se le sue condizioni sembrano gravissime: è bello vedere che, ogni tanto, il nostro pessimismo viene smentito. La percentuale di automobilisti che considera un gatto o un cane alla stregua di una cartaccia sul proprio percorso è minima: ma scommetto che è anche quella più preoccupata delle multe e di quei 2 punti superstiti sulla propria patente.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail