Quanto costa mantenere un cane dal punto di vista veterinario

Prima di prendere un cane, ricordatevi sempre di valutare quanto costa mantenere un cane: oggi andremo a parlare di quanto costa mantenere un cane dal punto di vista veterinario.

Avevamo già parlato in precedenza di quanto costa mantenere un cane tenendo conto di tutti gli aspetti (spesa iniziale di acquisto, accessori, alimentazioni e spese sanitarie). Oggi andremo ad approfondire meglio l’aspetto del mantenimento del cane dal punto di vista veterinario. Questo perché troppo spesso si decide di accogliere presso di sé un cane, salvo poi accorgersi troppo tardi di non avere i soldi per curarlo. E visto che un cane ha delle esigenze di salute minime a cui bisogna andare a sommare eventuali malattie che potrebbero colpirlo nel costo della sua vita, se già si sa di non arrivare a sbarcare il lunario a fine mese per gli esseri umani della famiglia è controproducente andare ad aggiungere un cane alla lista delle spese mensili/annuali. E prima che sorgano polemiche: non sono solo i veterinari a dirlo, andate un po' a leggere i consigli di adozione delle diverse sezioni dell’Enpa, dicono la stessa cosa che diciamo noi veterinari.

Mantenere un cane dal punto di vista sanitario e veterinario


Cani

Vivere con un cane vuol anche dire mantenerlo in salute. Questo significa spendere soldi per curarlo per le malattie e profilassi di base fino ad arrivare alle spese straordinarie in caso di malattie o incidenti. Perché dovete mettete in conto tutto: se è vero che ci sono cani che arrivano a 20 anni vedendo il veterinario solo una volta all’anno per la visita annuale di controllo, si tratta di un’eccezione perché ce ne sono centinaia di altri che sono continuamente dal veterinario per un problema piuttosto che per un altro.

Di base, il primo anno che adottate o comprate il cane dovete mettere in conto i vaccini: come dico sempre anche a tutti coloro che sulla email di Petsblog chiedono quanto costa questa o quella prestazione i prezzi variano da città a città anche in base alla struttura. Diciamo che il primo anno ci sono 2-3 vaccini da fare, dipende dal protocollo usato, al costo di 30-50 euro ciascuno. Sì, ciascuno, quando andate dal panettiere il pane lo pagate tutte le volte, no? E’ la stessa cosa. A questo aggiungete il costo del microchip, dell’antipulci mensili, più o meno cari a seconda della zona di residenza e della situazione epidemiologica, esami delle feci (costo variabile dai 20 ai 40 euro, dipende quale ricerca di parassiti viene fatta) e prodotti per sverminarli. Dal secondo anno c’è solo più un vaccino all’anno, mentre tutto il resto rimane più o meno uguale (tranne il microchip, quello lo mettete una volta e basta).

Questo però succede quando il cane sta bene. E se il cane sta male? Allora bisogna fare esami, visite, comprare farmaci per curarli o fare anche interventi chirurgici, dipende da quale sia il problema del cane: tutte le spese sono ovviamente a carico del proprietario, non esiste la mutua per i cani e quindi dovete mettere in conto anche l’eventualità di dover spendere anche centinaia di euro per esami e terapie.

Cosa fare se non si può mantenere il cane?

Non si prende un cane se non gli si può garantire un mantenimento, mi spiace essere così dura, ma è la verità. Se non si hanno soldi per mantenere se stessi e la propria famiglia, allora a mio avviso per quanto possano piacerci i cani aspettiamo che ci sia un momento economico più favorevole per introdurne uno nella nostra famiglia. Amare i cani non vuol dire solo professare a tutti il nostro amore per loro, è ammirevole che qualcuno voglia salvarli a tutti i costi, ma se poi non hai i mezzi come fai a dargli da mangiare e a curarlo? Perché amare i cani vuol dire non farlo solo a parole, ma purtroppo bisogna avere anche i mezzi per farlo. Se il cane si ammala come fate? Il veterinario non può pagare di tasca sua le spese del vostro cane, idem dicasi delle Associazioni Animaliste che già fanno i salti mortali per stare dietro ai cani randagi spendendo soldi di tasca loro e tempo, non possono certo pensare a mantenere anche i cani di proprietà.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | 78428166@N00

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: