Petsblog Cani Salute cani Come eliminare il cattivo odore dalle orecchie del cane

Come eliminare il cattivo odore dalle orecchie del cane

Può capitare che le orecchie del cane producano un odore poco gradevole, spesso anche decisamente acre. A volte la condizione si nota maggiormente dopo una giornata all'aperto o, ancora, quando il pelo dell'animale è bagnato. Altre, invece, è difficile per il proprietario identificarne una precisa causa. Che fare? Innanzitutto, è necessario rivolgersi al veterinario: l'odore potrebbe essere dovuto a micosi oppure infezioni batteriche. Dopodiché, è utile abituare l'animale a una ciclica pulizia.

Come eliminare il cattivo odore dalle orecchie del cane

Fonte immagine: Pexels

Come eliminare il cattivo odore dalle orecchie del cane? È questa una delle domande che sarà sicuramente sorta a tutti gli appassionati di questi animali domestici, nel notare delle note olfattive non proprio gradevoli provenire dal capo del quadrupede. Bisogna però prestare grande attenzione, perché le orecchie del cane sono molto delicate e anche soggette a facili infezioni, di conseguenza sarà necessario fare ricorso unicamente a soluzioni blande.

Per questa ragione, può essere utile rivolgersi al proprio veterinario di fiducia non solo per scegliere i prodotti più adatti per la pulizia delle orecchie del cane, ma anche per apprendere il metodo più corretto per farlo. Di seguito, qualche utile consiglio.

Come eliminare il cattivo odore dalle orecchie del cane

Può capitare, di tanto in tanto, che dalle orecchie del cane provenga un cattivo odore, anche molto acre. Spesso la condizione appare più evidente dopo una giornata di giochi all’aperto o, ancora, quando il pelo dell’animale è bagnato. Altre volte, invece, è difficile identificarne una chiara origine: il problema non va però sottovalutato, è sempre necessario chiedere un parere al proprio veterinario di fiducia.

Ma come pulire le orecchie del cane? In linea generale, a meno di non aver ricevuto istruzioni specifiche da parte del proprio specialista di fiducia, si può procedere seguendo delle facili indicazioni:

  • Procurarsi un batuffolo di cotone sterile;
  • Inumidire leggermente il cotone con dell’acqua leggermente tiepida o, ancora, con la soluzione di pulizia consigliata dal proprio veterinario;
  • Tamponare delicatamente la porzione più esterna dell’orecchio dell’amico a quattro zampe, rimuovendo sporco e residui – come, ad esempio, il cerume – ed evitando di far cadere liquidi all’interno del canale auricolare;
  • Al termine dell’operazione, utilizzare un batuffolo pulito, tamponando sempre delicatamente e raccogliendo così eventuali residui di acqua o di soluzione detergente.

Durante l’operazione, l’animale potrebbe scuotere la testa: si tratta di una reazione del tutto normale, addirittura utile. Il rapido movimento del capo può infatti favorire l’eliminazione di detriti oppure di corpi estranei. Nella maggior parte dei casi, una ciclica pulizia dovrebbe essere più che sufficiente per eliminare i cattivi odori.

Perché le orecchie del cane sono maleodoranti

Orecchie del labrador

Appresa la tecnica di base per la pulizia delle orecchie del cane, è più che lecito chiedersi perché questa parte del corpo tenda spesso a produrre dei cattivi odori, spesso anche molto forti. Le ragioni possono essere le più svariate:

  • Micosi e lieviti: per via della loro conformazione, non capita raramente che le orecchie del cane vengano colpite da micosi oppure dalla proliferazione di lieviti. Una delle più comuni è la malassazia, un lievito normalmente presente nel condotto uditivo dei cani che, con l’aumento delle temperature e dell’umidità, può proliferare più del dovuto generando cattivo odore;
  • Batteri: anche diverse specie di batteri possono colonizzare le orecchie del cane, determinando un odore particolarmente insopportabile. La zona affetta spesso appare arrossata e gonfia, come conseguenza dell’infezione. È quindi necessario rivolgersi al veterinario, per identificare il ceppo batterico sia responsabile proprio dell’infezione e comprendere quale trattamento sia più efficace per eliminarlo;
  • Accumulo di cerume: anche una presenza eccessiva di cerume nell’orecchio del quadrupede può dar luogo a un odore sgradevole, tuttavia di intensità minore rispetto alla presenza di infezioni. In questo caso, seguendo i consigli forniti nel precedente paragrafo, si rimuovano i residui sulla porzione più esterna delle orecchie. Si ricorda, inoltre, che la produzione di cerume è assolutamente normale, si tratta di una secrezione fisiologica che serve per portare all’esterno del canale uditivo pelle morta, peli e detriti estranei.

Proprio date le cause assai variegate alla base delle orecchie del cane maleodoranti, il consiglio è sempre quello di farsi guidare dal veterinario. Infatti, in queste situazioni il fai da te e la pulizia dell’orecchio a livello domestico si rivelano efficaci. Anzi, rischiano addirittura di peggiorare la situazione. Lo specialista sarà sicuramente in grado di identificare la ragione del cattivo odore e proporre il trattamento più indicato affinché le orecchie di Fido tornino alla normalità.

Fonte: PetMD

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Ogni quanto lavare il cane in estate
Salute cani

Ogni quanto lavare il cane in estate? Per stabilire la frequenza dei bagnetti per il tuo pet bisogna tenere in considerazione diversi fattori, come la lunghezza del pelo e lo stile di vita del cane. In linea di massima, un bagno ogni 2-3 mesi è sufficiente, ma un cane a pelo lungo o un quattrozampe molto attivo potrebbe richiedere qualche bagnetto extra.