Petsblog Uccelli Come vedono gli uccelli

Come vedono gli uccelli

Scoprire come vedono gli uccelli può essere davvero affascinante. Sapevi, ad esempio, che molti uccelli hanno una visione monoculare mentre altri hanno una visione bioculare? In più, devi sapere che il tuo uccellino riesce a vedere una gamma di colori invisibile all’occhio umano, per cui riesce a percepire molti più colori di quanti ne potresti letteralmente immaginare.

Come vedono gli uccelli

Fonte immagine: Pixabay

Come vedono gli uccelli? Quanto è ampio il loro campo visivo? E soprattutto, sono in grado di percepire gli stessi colori che vediamo noi umani? La risposta a quest’ultima domanda potrebbe sorprenderti parecchio. Come esseri umani, siamo erroneamente abituati a credere che i soli colori “reali” siano quello che riusciamo a percepire con i nostri occhi.

In realtà, le cose non stanno affatto così. Possiamo dire, anzi, che il mondo si mostra con colori, forme, profondità e sfumature differenti, a seconda delle capacità visive delle diverse specie che popolano questa Terra.

Spieghiamoci meglio: parlando della vista degli uccelli, forse ti sorprenderà sapere che queste creature sono in grado di vedere dei colori che noi umani non siamo in grado di percepire a occhio nudo. In più, alcune specie di uccelli hanno una vista cosiddetta “monoculare”, differente rispetto a quella di noi umani e di tanti altri animali.

È affascinante, non credi? E le curiosità in merito alla vista degli uccelli non sono finite. Vediamo cos’altro c’è da sapere.

La posizione degli occhi

Fonte: Pixabay

Per prima cosa, scopriamo come sono gli occhi degli uccelli. Noi esseri umani abbiamo gli occhi posizionati sulla parte anteriore della testa. In questo modo, banalmente, possiamo vedere di fronte a noi e capire dove ci stiamo dirigendo. Molti amici pennuti, però, hanno gli occhi di lato. Ma allora come fanno gli uccelli a sapere dove andare?

Sia che abbiano gli occhi davanti o ai lati della testa, possiamo essere certi che queste creature possono vedere perfettamente di fonte a sé.

Per quanto possa suonare strano, grazie alla loro particolare vista, questi animali possono percepire con precisione tutto ciò che succede di fronte e lateralmente, senza dover voltare la testa.

Peraltro, va ricordato che non tutti gli uccelli hanno gli occhi posizionati nella parte laterale della testa. E c’è un motivo per preciso per questa differenza.

Il campo visivo degli uccelli

Uccelli predatori, come i gufi o le aquile, hanno gli occhi posizionati sulla parte anteriore della testa, e il loro campo visivo è di circa 150 gradi. Altri tipi di uccelli, perlopiù pappagalli, piccioni e altri “animali da preda“, invece, hanno solitamente gli occhi posizionati ai lati della testa. Il campo visivo di questi uccelli è molto più ampio (circa 300 gradi).

Ciò significa che questi volatili possono vedere perfettamente sia di fronte a sé che lateralmente.

Per loro, si tratta di un enorme vantaggio, in quanto un più ampio campo visivo permette di vedere in che direzione stanno volando e, allo stesso tempo, guardarsi le spalle da eventuali predatori.

Al contrario, gli uccelli rapaci e predatori hanno occhi frontali perché, in questo modo, possono vedere a una distanza maggiore, riuscendo a individuare facilmente delle possibili prede.

Vista degli uccelli: monoculare o binoculare?

Ora che sappiamo come mai alcuni uccelli hanno gli occhi frontali, mentre altri hanno occhi posizionati ai lati della testa, possiamo parlare di visione monoculare e bioculare.

In poche parole, la visione binoculare, che caratterizza perlopiù gli uccelli predatori, implica che entrambi gli occhi puntano contemporaneamente su uno stesso oggetto.

Nella visione monoculare, al contrario, ciascun occhio si concentra su un punto differente nello stesso momento. Si tratta della visione tipica di uccelli come i pappagalli o i canarini, e rappresenta un meccanismo utile per sfuggire a possibili minacce.

Gli uccelli vedono i colori?

E passiamo a un’altra curiosità che riguarda la vista dei volatili: come vedono i colori gli uccelli? La risposta breve a questa domanda è che i nostri amici pennuti sono in grado di vedere molti più colori di quanti riusciamo a percepirne noi umani.

Mentre noi esseri umani abbiamo tre tipi di recettori per i colori rosso, verde e blu (visione del colore “tricromatica”), gli uccelli hanno la capacità di vedere anche lunghezze d’onda ultravioletta. Sono dunque definiti tetracromatici, in quanto vedono quattro gamme di colori: UV, blu, verde e rosso.

In altre parole, per chi si stesse chiedendo quanti colori vedono gli uccelli, queste creature hanno la splendida capacità di percepire un intero spettro di colori invisibile ai nostri occhi. Ad esempio, due pappagalli che a un occhio umano appaiono perfettamente identici, visti con gli occhi di un pappagallo o di un altro volatile possono apparire molto differenti fra loro, in quanto presentano dei colori che noi umani non possiamo percepire.

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare