Petsblog Cani Febbre nel cane: sintomi

Febbre nel cane: sintomi

Quali sono i principali sintomi di febbre nel cane?

Febbre nel cane: sintomi

Febbre nel cane – Come fare a capire se il cane ha la febbre? L’unico modo per saperlo con certezza è misurargli la temperatura. Tuttavia se si conoscono i principali sintomi di febbre nel gatto è possibile farsi venire qualche sospetto per tempo. Ovviamente sapere che il cane ha la febbre è il primo passo verso la diagnosi: la febbre è un rilievo clinico, non una malattia. Le cause di febbre nel cane sono tantissime e hanno tutte terapie diverse. Per questo motivo è importante non fermarsi al rilievo della febbre, ma proseguire con le indagini diagnostiche fino a trovare la causa della febbre: solo in questo modo si potrà fare una terapia mirata.

Questi sono i principali sintomi di febbre nel cane (a questi vanno aggiunti poi gli altri sintomi relativi all’organo o alla malattia che sta provocando la febbre):

  • abbattimento
  • apatia
  • anoressia
  • il cane non si alza e non si muove
  • dolorabilità diffusa (dolore muscolare e dolore osseo)
  • tachipnea
  • respiro veloce e superficiale
  • talvolta polidipsia

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | pointshoot

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

I cani possono mangiare l’anguria?
Alimentazione cane

Tecnicamente la risposta alla domanda se i cani possono mangiare l’anguria è sì. Non è una frutta tossica per i cani come, invece, lo è l’uva e l’uva passa. Tuttavia è bene non esagerare nelle dosi e nella frequenza perché come frutta è troppo zuccherina e, soprattutto nei cani che soffrono di diabete mellito o iperglicemia, è controindicata. Inoltre non è un alimento che deve essere presente nella dieta di tutti i giorni di un carnivoro