Petsblog Gatti Salute gatti Perché il gatto perde tanto pelo d’estate?

Perché il gatto perde tanto pelo d’estate?

Gatto che perde tanto pelo d'estate? Può essere normale perché anche il gatto fa la muta perdendo il folto sottopelo invernale. Tuttavia se alla perdita di pelo si accompagnano altri sintomi come prurito e croste o se il gatto sviluppa aree di alopecia, allora potrebbe essere indice di un problema dermatologico da indagare

Perché il gatto perde tanto pelo d’estate?

Vi siete mai chiesti perché il gatto perde tanto pelo d’estate? In realtà è abbastanza normale: può fare parte della normale muta del gatto. Tuttavia bisogna anche vedere se la perdita di pelo si accompagna anche ad altri sintomi. Se compaiono anche sintomi come prurito, croste o alopecia, conviene contattare il veterinario. Magari è solo una dermatite allergica da pulci, ma vale la pena indagare ed escludere altre patologie dermatologiche.

Perché il gatto perde tanto pelo d’estate? Cause

gatto perde tanto pelo estate

Con l’arrivo della primavera e della bella stagione, è normale che il gatto (e il cane) perda più pelo. Questo perché il mantello deve liberarsi di tutto il sottopelo e pelo invernale in modo da prepararsi al meglio per il caldo estivo. Il problema è che i gatti che vivono in casa soffrono di una muta permanente. Essendo che in casa ci sono sempre almeno 20 gradi, ecco che per l’organismo del gatto è un’eterna primavera e dunque è sempre il momento della muta.

La perdita di pelo può avvenire già a inizio primavera, ma in alcuni gatti la perdita si accentua in estate. Bisogna anche considerare un altro fattore: i cambiamenti climatici. Anni fa i gatti facevano mute più regolari. Ma adesso si alternano periodi di caldo precoci a periodi di freddo tardivo. Cosa che fa sì che il gatto perda e metta su il pelo continuamente, con mute che avvengono in maniera prolungata o a fasi alternate.

Tuttavia, come dicevamo prima, se il gatto, oltre a perdere il pelo, ha altri sintomi come prurito, croste e zone di alopecia più o meno diffuse, ecco che conviene contattare il veterinario. D’estate, infatti, aumentano le probabilità di infestazioni da pulci e se il gatto è allergico al morso della pulce, ecco che potrebbe iniziare a grattarsi perdendo poi il pelo a causa dell’autotraumatismo. Tuttavia non escludete la possibilità di dermatiti allergiche da pulci anche d’inverno: in casa le pulci prosperano con il caldo del riscaldimento.

Talvolta con l’estate i gatti outdoor sono spinti a girovagare di più, magari devono difendere il territorio da altri gatti, dunque è anche possibile che a causa del nervosismo e dello stress perdano più pelo. La stessa cosa succede sul tavolo del veterinario: per lo stress il gatto perde più pelo.

Cosa fare se il gatto perde troppo pelo?

Se il gatto perde troppo pelo d’estate, anche se si tratta di una muta accentuata, chiedete sempre consiglio al vostro veterinario. A volte è possibile che una perdita eccessivo di pelo sia collegata anche a diete sbilanciate, errori dietetici o carenze di vitamine, aminoacidi o acidi grassi nella dieta. Quindi vale la pena provare a fare qualche correzione.

Per aiutare il gatto a superare la fase stressante della muta, è possibile anche utilizzare integratori che aiutano in caso di dermatosi e perdita eccessiva di pelo.

A maggior ragione, poi, se il gatto, oltre a perdere pelo, ha anche prurito, croste o alopecia, conviene contattare il veterinario. Bisogna cercare di capire la causa della dermatite per poter impostare una terapia mirata. A volte per arrivare a una diagnosi è necessario fare una serie di esami: esame tricologico del pelo, esame citologico delle lesioni cutanee, scotch test, test per le micosi, ma non solo. Potrebbero essere necessari anche esami del sangue o biopsie cutanee per fare diagnosi.

Fonti:

  1. MSD Vet Manual

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quali integratori dare ai gatti anziani?
Salute gatti

In commercio esistono diversi integratori per gatti anziani. Solitamente si tratta di multivitaminici, ma non è detto che il gatto ne abbia bisogno: se la sua alimentazione è corretta e bilanciata, potrebbero non servire. Tuttavia se il gatto anziano soffre di qualche patologia particolare, ecco che potrebbe avere bisogno di integratori specifici per quella malattia