Petsblog Cani Pericolo funghi cane: cosa succede se il cane mangia i funghi?

Pericolo funghi cane: cosa succede se il cane mangia i funghi?

Fate attenzione quando siete in passeggiata che il cane non mangi funghi: anche se non sono velenosi, potrebbero comunque causare danni.

Pericolo funghi cane: cosa succede se il cane mangia i funghi?

Funghi cane – Avevamo già parlato in passato dell’aumento dei casi di intossicazione da funghi nel cane. Oggi andiamo a ribadire il concetto, sottolineando un paio di aspetti. Se è vero che i funghi sono fondamentali per l’ecosistema, il problema per i cani è rappresentato dai funghi velenosi: se un fungo è velenoso, lo è per gli umani quanto per i cani. Solo che la maggior parte di noi non è in grado di distinguerli e men che meno lo fa il cane. C’è poi anche un’altra considerazione da fare: tecnicamente anche funghi non velenosi in persone e cani sensibili possono provocare una forma di gastroenterite acuta, danno epatico o scatenare allergie e intolleranze.

Ovviamente non tutti i cani portati a spasso hanno il vizio di mangiare i funghi, ma visto che i sintomi di avvelenamento da funghi sono aspecifici e il cane non può dirci che il suo problema è sorto dopo aver consumato quel fungo trovato per caso, ecco che spiega come mai la diagnosi di gastroenterite acuta da funghi nel cane con marcato aumento delle lipasi è sottostimata in veterinaria. Se dunque nel vostro giardino trovate dei funghi, lo so che l’ecosistema è importante, però soprattutto se avete un cane che tende a mangiare tutto quello che trova in giro, è meglio non rischiare: spostate quei funghi altrove.

Via | San Jose Mercury News

Foto | waldoj

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

I cani possono mangiare l’anguria?
Alimentazione cane

Tecnicamente la risposta alla domanda se i cani possono mangiare l’anguria è sì. Non è una frutta tossica per i cani come, invece, lo è l’uva e l’uva passa. Tuttavia è bene non esagerare nelle dosi e nella frequenza perché come frutta è troppo zuccherina e, soprattutto nei cani che soffrono di diabete mellito o iperglicemia, è controindicata. Inoltre non è un alimento che deve essere presente nella dieta di tutti i giorni di un carnivoro