Requisiti per l’inserimento del microchip nel cane

Quali sono i requisiti che il proprietario deve avere per poter mettere il microchip al cane? E i requisiti del cane?

cane pacchetto

Requisiti microchip cane – Quando si applica il microchip al cane, ci sono determinati requisiti che il proprietario e il cane devono soddisfare prima di poterlo applicare. Questo fermo restando che il microchip deve essere applicato per legge entro e non oltre i due mesi di vita del cane e che non sia possibile vendere o cedere cani sprovvisti di microchip. Inoltre il microchip può essere applicato o da un veterinario libero professionista con parcella equiparabile al costo di una visita o dai Servizi Veterinari dell’Asl, ma entro e non oltre il secondo mese di vita con costi stabiliti da ogni singola Asl. Oltre tale termine, l’Asl potrà applicare il microchip, ma con annessa multa per aver superato i tempi massimi di legge (il tutto a discrezione dell’Asl).

Requisiti del proprietario per l’inserimento del microchip nel cane

E’ precisa responsabilità del proprietario del cane assicurarsi che al cane venga apposto il microchip entro i previsti termini di legge: se ciò non accadesse e venissero effettuati dei controlli, ecco che sarebbe passibile di sanzione economica (che tradotto vuol dire che pagate una multa). Questo vale sia per cani acquistati presso allevamenti, presso negozi, regalati... In caso di passaggio di proprietà, il proprietario deve assicurarsi presso i Servizi Veterinari della propria Asl che il tutto sia avvenuto correttamente.

Il proprietario deve soddisfare qualche requisito affinché possa applicare il microchip al cane:

  • deve essere residente nella medesima regione del veterinario al quale chiede l’applicazione del microchip. Questo perché veterinari del Piemonte, per esempio, possono applicare il microchip solamente a cani di proprietari residenti in Piemonte, se siete residenti in Lombardia dovete andare da un veterinario lombardo
  • il proprietario deve essere maggiorenne
  • il proprietario deve essere uno solo: non è possibile intestare il microchip a più persone (mi riferisco a coppie di fidanzati che di solito vogliono che il cane venga intestato a entrambi, semplicemente non si può fare)
  • il proprietario deve essere incensurato

Requisiti del cane per l’inserimento del microchip

Anche il cane deve soddisfare qualche requisito per l’inserimento del microchip:

  • il microchip deve essere inserito entro e non oltre il secondo mese di vita, altrimenti si rischiano sanzioni
  • il cane non deve avere altri microchip inseriti

Requisiti del veterinario per l’inserimento del microchip

Pure il veterinario deve sottostare ad alcuni requisiti per poter inserire i microchip:

  • prima di tutto deve essere un veterinario autorizzato all’inserimento del microchip, cosa che deve richiedere al suo Ordine di appartenenza. Quindi se un veterinario vi dice che non può applicare i microchip, non arrabbiatevi con lui: semplicemente non ha l’autorizzazione per farlo
  • il veterinario può inserire solamente i microchip da lui comprati. Questo perché quando un veterinario compra dal grossista dei microchip, i numeri di serie di tali microchip vengono caricati e registrati su quel veterinario in modo che l’Asl possa sempre controllare che fine fanno i microchip. Questo vuol dire che se l’allevatore vi dà il microchip e vi dice di andare a farlo inserire dal vostro veterinario sta infrangendo tutta una serie di leggi: prima di tutto il microchip può essere inserito e venduto solo ad un veterinario, quindi come fa lui ad averlo? In secondo luogo se è stato un veterinario a consegnarglielo, è quel veterinario che deve applicarlo e registrare il cane in Anagrafe Canina, nessun altro può firmare il documento di microchip tranne lui
  • il veterinario deve provvedere ad inserire tutti i microchip applicati nell’Anagrafe Canina
  • il veterinario deve rilasciare copia al proprietario del documento di inserimento del microchip e conservarne copia lui stesso
  • il veterinario deve controllare che tutti i cani abbiano il microchip. In caso trovasse cani senza microchip e il proprietario si rifiutasse di inserirlo, ha l’obbligo di far segnalazione alle autorità competenti

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | francapicc

  • shares
  • Mail