Papillomatosi virale nel coniglio: cause, sintomi e terapia

Papillomatosi virale nel coniglio: cause, sintomi e terapia

Torniamo a parlare di virologia nei conigli, questa volta vediamo cause, sintomi, diagnosi e terapia della papillomatosi virale nel coniglio.

Papillomatosi virale nel coniglio – Precisiamo subito che nei conigli da compagnia le infezioni da Papillomavirus sono molto, molto rare. Entrambi i tipi di infezione di cui andremo a parlare non sono evenienze frequenti, tuttavia è bene conoscerne la loro esistenza perché il fatto che siano rare non vuol dire che non le vedremo mai. Soprattutto perché a volte c’è chi adotta anche conigli di razze più grandi, quelle da carne per intenderci e se questi sono venuti a contatto con conigli d’allevamento è più probabile vedere queste infezioni. Ecco dunque cause, sintomi, diagnosi e terapia della Papillomatosi virale nel coniglio.

Papillomatosi virale nel coniglio: cause e sintomi

Il Papillomavirus può provocare due sindromi nei conigli:

  1. papillomatosi orale: provocata dal Papillomavirus orale del coniglio è la forma clinicamente più importante. Le lesioni sono costituite da noduli piccoli, bianchi oppure da verruche peduncolate grigiastre sulla superficie inferiore della lingua o sul pavimento della bocca
  2. papillomatosi cutanea: provocata dal Papillomavirus Cottontail (Shope) è caratterizzata dalla formazione di lesioni cornee simil verrucose su collo, spalle, oreccio e addome. Si tratta di una malattia che si vede di più nei conigli selvatici in quanto è trasmessa da artropodi vettori. Questo tipo di Papillomavirus non provoca mai lesioni in bocca

Papillomatosi virale nel coniglio: diagnosi e terapia

A seguito di anamnesi e visita clinica viene emesso sospetto diagnostico di Papillomatosi virale, anche se la diagnosi di certezza si avrebbe con l’isolamento virale del virus, non sempre possibile da fare. In generale non c’è nessuna terapia da fare per la Papillomatosi virale del coniglio, le lesioni tendono a regredire spontaneamente col passare del tempo. Tuttavia visto che il Papillmoavirus Shope è trasmesso anche da insetti, sarebbe bene tenere sotto controllo anche la presenza di questi ultimi in modo da riuscire a prevenire la malattia.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | erin_can_spell

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog